Benessereblog Alimentazione Dieta sana L’alimentazione influenza la progressione della sclerosi multipla

L’alimentazione influenza la progressione della sclerosi multipla

L’alimentazione influenza la progressione della sclerosi multipla? Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

L’alimentazione influenza la progressione della sclerosi multipla

Gli acidi grassi alimentari possono influenzare lo sviluppo e la progressione di malattie croniche autoimmuni-infiammatorie come ad esempio la sclerosi multipla. A suggerirlo è un nuovo studio della Ruhr-Universität Bochum e della Friedrich Alexander Universtiy Erlangen, i cui ricercatori hanno constatato che gli acidi grassi a catena corta possono promuovere lo sviluppo e la propagazione delle cellule regolatrici nel sistema immunitario.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Immunity, si concentra per l’esattezza sul ruolo che gioca il microbioma sullo sviluppo di disturbi neurologici come appunto la sclerosi multipla. Dalle analisi condotte in laboratorio e su modello sperimentale, sarebbe emerso che gli acidi grassi a catena lunga, come l’acido laurico, possono promuovere lo sviluppo e la propagazione delle cellule infiammatorie nella parete intestinale.

Al contrario, gli acidi grassi a catena corta (l’acido propionico in primo luogo) possono portare allo sviluppo e alla propagazione di cellule regolatrici della risposta immunitaria. Rafforzando le vie di regolazione immunitaria, ad esempio utilizzando il propionato come supplemento ai farmaci, le terapie potrebbero dunque essere ulteriormente migliorate.

via | ScienceDaily

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Qual è la differenza tra dietologo e nutrizionista
Dieta sana

E’ importante conoscere la differenza tra dietologo e nutrizionista prima di fissare un appuntamento: questi due termini vengono spesso usati come se fossero sinonimi, ma in realtà il percorso di studi e gli ambiti di applicazione sono differenti