Benessereblog Benessere Psicologia La solitudine fa male al cuore

La solitudine fa male al cuore

La solitudine fa male al cuore

La solitudine fa male al cuore, e può aiutare a predire anche il rischio di morte prematura. A suggerirlo è un nuovo studio presentato all’EuroHeartCare 2018, dal quale sarebbe emerso che sentirsi soli può davvero peggiorare la salute di uomini e donne.

La solitudine è comune oggi più che mai, e sempre più persone vivono da sole. Ricerche precedenti hanno dimostrato che la solitudine e l’isolamento sociale sono legati alla malattia coronarica e all’ictus.

Il nuovo studio ha cercato di scoprire se delle scarse relazioni sociali fossero associate a uno stato di salute peggiore in un campione 13.463 pazienti con cardiopatia ischemica, aritmia, insufficienza cardiaca o malattia della valvola cardiaca. Esaminando i dati, gli esperti avrebbero scoperto che, in effetti, sentirsi soli era associato a esiti negativi in tutti i pazienti, indipendentemente dal tipo di malattia cardiaca, e che la solitudine è associata a un rischio di mortalità raddoppiato nelle donne, e quasi raddoppiato negli uomini.

Sia gli uomini che le donne che si sentivano soli avevano inoltre il triplo delle possibilità di riportare sintomi di ansia e depressione, e avevano una qualità della vita significativamente inferiore rispetto a quelli che non si sentivano soli.

La solitudine

concludono dunque gli autori dello studio

è un forte predittore di morte prematura, di peggioramento della salute mentale e di una minore qualità della vita nei pazienti con malattie cardiovascolari.

via | MedicalXpress

Foto da iStock

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social