Benessereblog Salute Inviare sms mentre camminiamo è pericoloso

Inviare sms mentre camminiamo è pericoloso

Gli sms possono essere colpevoli di incidenti se li inviamo mentre camminiamo per strada. Un video mostra come possiamo incorrere in infortuni.

Inviare sms mentre camminiamo è pericoloso

Ormai è un mania quella di giochicchiare con il telefonino tutto il santo giorno, non solo quando leggiamo la posta o inviamo sms per lavoro, ma anche quando siamo in auto o a piedi. Sappiamo quanto possa essere pericoloso inviare messaggi di testo mentre siamo per strada.

Per tenere alta l’attenzione sul tema, è stato realizzato un documentario per il New York Times che vedete al top. Il video mostra in maniera divertente qualcosa che tanto divertente non è. Quando abbiamo la testa abbassata sullo schermo del telefonino tutto può succedere…ma la soluzione c’è. Scopritela voi stessi!

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Quale attività fisica può praticare chi soffre di ernia del disco?
Fitness

L’ernia del disco viene definita come una fuoriuscita di materiale discale dai normali margini dello spazio del disco intervertebrale, che determina la comparsa di dolore, disturbi sensitivi e motori. Chi soffre di questo disturbo deve sapere che la migliore prevenzione delle alterazioni posturali del rachide è il movimento. Ma quale attività fisica può praticare in sicurezza chi soffre di questo disturbo? Lo abbiamo chiesto ad un ortopedico: ecco cosa ci ha detto.