Benessereblog Salute Malattie Influenza 2019, frenata delle infezioni dopo il picco di settimana scorsa

Influenza 2019, frenata delle infezioni dopo il picco di settimana scorsa

Influenza 2019, frenata delle infezioni dopo il picco di settimana scorsa

La grande epidemia di influenza sembra star rallentando: sono diminuiti i casi, soprattutto tra i bambini con meno di 5 anni.

La grande ondata di influenza sembra essere in calo. Secondo il bollettino Influnet, il picco è stato raggiunto e nell’ultima settima ci sono stati un numero ridotto di casi. Il numero di è pari a circa 771.000, per un totale dall’inizio della sorveglianza di circa 5.276.000 di persone colpite.

Lombardia, Umbria, Marche e Abruzzo sono state le Regioni maggiormente colpite, mentre il valore dell’incidenza totale è stato pari a 12,75 casi per mille assistiti. Più nel dettaglio, nella fascia di età 0-4 anni l’incidenza è pari a 36,17 casi per mille assistiti, che sale fra 5-14 anni a 20,68, per poi scendere fra 15-64 anni a 11,49 e tra gli over 65 anni a 5,06 casi per mille assistiti.

Saranno felici i genitori, che finalmente potranno prendere un po’ di respiro, ma il calo più sensibile si è registrato fra i bimbi sotto i cinque anni. È importante, comunque, ora fare attenzione ai cambi repentini di temperatura, perché come sappiamo marzo (pazzerello) porta con sé un clima molto variabile, le famigerate allergie e, sempre per i bambini, le tradizionali malattie esantematiche.

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social