Benessereblog Salute Gran Bretagna, trovate tracce di cocaina nei gamberetti

Gran Bretagna, trovate tracce di cocaina nei gamberetti

Un gruppo di ricercatori ha trovato cocaina, ketamina, pesticidi e altri farmaci nei gamberetti di 15 diverse zone del Suffolk.

Gran Bretagna, trovate tracce di cocaina nei gamberetti

Tracce di cocaina nei gamberetti. È questo quanto ha trovato un gruppo di ricercatori del King’s College di Londra analizzando dei gamberetti in 15 diverse zone del Suffolk, nella parte orientale dell’Inghilterra. Negli esemplari era molto diffusa anche la presenza della ketamina, ma sono state trovate anche tracce di pesticidi e altri prodotti farmaceutici (per un totale di 107 sostanze).

Giunti a questo scoperta ora i ricercatori sono convinti che siano importanti ulteriori analisi per capire se e quanto la presenza di cocaina negli animali acquatici può rappresentare un problema: la concentrazione è bassa ma potrebbe essere un rischio per l’habitat stesso.

La contaminazione dell’acqua causata dai rifiuti della droga è un problema che si sta diffondendo, anche se può sorprendere: come fanno notare i responsabili della ricerca non ci aspetta una simile contaminazione in centri piccoli e rurali. Il dottor Thomas Miller del King’s College di Londra, autore principale, ha spiegato:

“Sebbene le concentrazioni fossero basse, siamo stati in grado di identificare composti che potrebbero essere preoccupanti per l’ambiente e che potrebbero rappresentare un rischio per la fauna selvatica. Abbiamo scoperto che i composti più frequentemente rilevati erano droghe illecite, tra cui cocaina e ketamina e un pesticida vietato, il fenuron”.

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Pleurite: i sintomi da riconoscere subito
Malattie

La pleurite è un’infiammazione della pleura, una sottile membrana che riveste la cavità toracica e i polmoni. I sintomi più comuni sono dolore al petto, che può peggiorare con la tosse o con la respirazione profonda, e difficoltà respiratorie. Altri sintomi possono includere febbre, sudorazione notturna ed affaticamento. La pleurite può essere causata da un’infezione, come la polmonite, o da una malattia autoimmune. Alla comparsa dei primi segnali è opportuno contattare immediatamente il medico.