Benessereblog Salute Fluibron: dosaggio, impiego e avvertenze

Fluibron: dosaggio, impiego e avvertenze

Posologia, modalità di somministrazione avvertenze del Fluibron, farmaco mucolitico utile nel favorire l’eliminazione delle secrezioni bronchiali.

Fluibron: dosaggio, impiego e avvertenze

Fluibron è un farmaco mucolitico a base di Ambroxolo cloridrato, indicato nel trattamento delle turbe della secrezione nelle affezioni broncopolmonari acute e croniche. Il medicinale agisce rendendo le secrezioni bronchiali più fluide e favorendone quindi l’eliminazione. Ben si presta ad essere utilizzato nei pazienti con malattie acute delle vie respiratorie, caratterizzate da muco denso e viscoso.

Si tratta di un farmaco non soggetto a prescrizione medica obbligatoria, tuttavia si consiglia di consultare il medico prima di intraprendere il trattamento. Fluibron può essere assunto in compresse (adulti: 1 compressa 3 volte al giorno; quindi nella terapia di mantenimento 1 compressa 2 volte al giorno); sciroppo (adulti: 10 ml 3 volte al giorno, successivamente 5 ml 3 volte al giorno; bambini da due a cinque anni: 2,5 ml 3 volte al giorno; oltre i cinque anni: 5 ml 3 volte al giorno); bustine (adulti: 1 bustina 3 volte al giorno, poi 2 bustine al giorno, disciolte in acqua); soluzione per inalazione (adulti e bambini di età superiore a cinque anni: 2-3 ml, 1-2 volte al giorno; bambini sotto i cinque anni: 2 ml, 1-2 volte al giorno. La soluzione può essere somministrata mediante i normali apparecchi per aerosolterapia).

Il farmaco non deve essere assunto per trattamenti prolungati e non deve essere impiegato in soggetti che abbiano manifestato ipersensibilità al principio attivo, o ad uno qualsiasi degli altri componenti, e in quelli con gravi alterazioni epatiche e/o renali. Alle dosi consigliate Fluibron è normalmente ben tollerato. Raramente sono stati osservati effetti collaterali che comprendono sintomi come nausea, cefalea e disturbi gastrointestinali. In assenza di risultati apprezzabili, dopo un breve periodo di trattamento consultare il medico. Il farmaco è inoltre sconsigliato durante l’ allattamento e nel primo trimestre di gravidanza, mentre nel successivo periodo è consigliabile assumerlo solo in caso di effettiva necessità e sotto il controllo del medico. Non somministrare Fluibron in bambini di età inferiore ai 2 anni.

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Quale attività fisica può praticare chi soffre di ernia del disco?
Fitness

L’ernia del disco viene definita come una fuoriuscita di materiale discale dai normali margini dello spazio del disco intervertebrale, che determina la comparsa di dolore, disturbi sensitivi e motori. Chi soffre di questo disturbo deve sapere che la migliore prevenzione delle alterazioni posturali del rachide è il movimento. Ma quale attività fisica può praticare in sicurezza chi soffre di questo disturbo? Lo abbiamo chiesto ad un ortopedico: ecco cosa ci ha detto.