Benessereblog Salute Decapitato dopo un incidente, il video dei primi passi dopo l’operazione

Decapitato dopo un incidente, il video dei primi passi dopo l’operazione

Decapitato dopo un incidente, il video dei primi passi dopo l’operazione

Jackson Taylor, il bambino che, a causa di un terribile incidente, aveva subito una decapitazione interna (condizione che avviene nel momento in cui, a causa di un grave trauma, il cranio si separa dalla colonna vertebrale), torna a camminare, a ridere e a giocare insieme alla sua famiglia, che oggi è comprensibilmente commossa e sollevata. A testimoniarlo è il video apparso sul web, nel quale potete vedere il piccolo protagonista di questa incredibile vicenda – un vero e proprio miracolo in carne e ossa – mentre muove i suoi primi passi dopo l’incidente stradale.

Come vi abbiamo raccontato, in seguito alla tragedia i medici hanno cercato di intervenire mediante un’operazione chirurgica durata sei ore, un intervento che è fortunatamente riuscito alla perfezione, e che ha salvato la vita al piccolo.

Guardate il video per constatare con i vostri occhi lo straordinario recupero del bambino dopo l’intervento chirurgico.

(v.m)

Decapitato dopo un incidente, i medici riattaccano la testa a un bambino di 16 mesi

L’intervento eccezionale è avvenuto in Australia: il bambino di sedici mesi era rimasto quasi decapitato dopo un violento incidente stradale.

Aggiornamento del 5 Ottobre 2015

Jackson Taylor, un bambino australiano di sedici mesi, è stato protagonista di un intervento chirurgico davvero eccezionale. Dopo un violento incidente stradale con madre e sorella, al bambino era stata diagnosticata una situazione disperata: era stato quasi decapitato nell’impatto, con la testa che si era staccata internamente dal collo senza segni visibili fuori. La decapitazione interna avviene quando il cranio si separa dalla colonna vertebrale durante un trauma cranico grave, ed è di solito fatale perché porta danni ai nervi e alla recissione del midollo spinale.

I medici sono riusciti a sistemare il distacco utilizzando un pezzo di costola del bambino, e al momento il piccolo sta bene: dovrà sottoporsi a riabilitazione fisioterapica e al momento è imbracato in una struttura in ferro per sorreggere correttamente la testa sul collo, ma i medici sono fiduciosi nella sua completa guarigione nel giro di otto settimane.

Il chirurgo che lo ha operato, Geoff Askin, ha dichiarato alla stampa che molti bambini non avrebbero reagito ugualmente ad uno shock tanto violento come quello vissuto dal piccolo Jackson:

Molti bambini non sarebbero sopravvissuti o anche se rianimati non avrebbero potuto muoversi o respirare di nuovo.

Via | The Sun

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social