Benessereblog Salute Corpo Curare l’incontinenza urinaria con i farmaci

Curare l’incontinenza urinaria con i farmaci

Curare l’incontinenza urinaria con i farmaci

Soffrire di incontinenza urinaria può essere un problema per molti uomini e donne: si tratta di un’involontaria perdita di urina che si verifica improvvisamente per diverse cause, come lo sforzo fisico, portando il soggetto ad una situazione imbarazzante dal punto di vista relazionale ma anche igienico. Sono molti i tipi di incontinenza, spesso spia ad altre patologie o di particolari condizioni fisiche, e altrettante le cure, anche omeopatiche, che possono essere utilizzate: vediamo come curare l’incontinenza urinaria con i farmaci.


Innanzitutto bisogna indagare usl tipo di incontinenza di cui soffre il soggetto: il trattamento è logicamente legato alla causa che ne sta all’origine, ma anche alla gravità della condizione e all’età del soggetto, tutte variabili che influiscono sul corretto assorbimento di alcuni tipi di medicinali.

L‘incontinenza urinaria da sforzo, ad esempio, non è curabile con i farmaci perché è legata ad un rilassamento dei muscoli pelvici: in questo caso si interviene con esercizi specifici come quelli di Kegel per rafforzare la muscolatura dell’area pubica, oltre ad un’alimentazione corretta e costruita sulle particolarità del paziente.

Esistono tre classi di farmaci per alleviare i problemi legati all’incontinenza e sono logicamente selezionati e prescritti in base alle particolarità del soggetto:

Anticolinergici-antispastici: rilassano il muscolo detrusore e aumentano la funzionalità della vescica, agendo sulle contrazioni involontarie del muscolo. La terapia non andrebbe prolungata per più di 6 mesi di fila.

Inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina: possono essere gli unici utilizzati per curare certe forme leggere di incontinenza da sforzo. La reazione alla terapia va verificata dopo un mese dall’assunzione.

Antidepressivi triciclici: usati in passato per curare l’incontinenza urinaria da sforzo, sono stati progressivamente abbandonati per i cospicui effetti collaterali che possono presentare, ma in alcuni casi sono utili e indicati.

Via | Mypersonaltrainer

Foto | Flickr

 

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social