Benessereblog Salute Covid, 5 nuove terapie in arrivo a Ottobre

Covid, 5 nuove terapie in arrivo a Ottobre

Covid, nuove terapie in arrivo entro il mese di Ottobre 2021: ecco di quali si tratta e cosa spiegano i membri della Commissione Europea

Covid, 5 nuove terapie in arrivo a Ottobre

Entro il mese di Ottobre 2021 potrebbero arrivare in Europa 5 nuove terapie contro il Covid-19. A renderlo noto è stata la stessa Commissione Europea, che attraverso le parole dell’esperta e commissaria della Salute e la sicurezza alimentare Stella Kyriakides fa sapere che, anche se la campagna vaccinale sta procedendo in tutta Europa in maniera abbastanza spedita, l’approvazione di nuovi farmaci contro la malattia causata dal virus Sars-Cov-2 rimane ugualmente un processo a dir poco fondamentale in questo particolare momento.

Il perché è presto detto: il Covid non sparirà con le vaccinazioni. Per questo motivo, è quindi necessario garantire la disponibilità di cure sicure ed efficaci per affrontare questa condizione nel miglior modo possibile.

Ma quali sono i 5 farmaci che arriveranno presto in Europa? Lo spiega la stessa Kyriakides attraverso una nota rilasciata nelle scorse ore.

Covid, quali sono le nuove terapie in arrivo a Ottobre?

Il primo farmaco – già sottoposto alla valutazione dell’Ema – è l’immunosuppressore Baricitinib (un farmaco già esistente che riduce l’attività del sistema immunitario). Baricitinib è prodotto dall’azienda farmaceutica Eli Lilly, e la sua autorizzazione alla commercializzazione potrebbe essere estesa anche per il trattamento dei malati di Covid.

Per quanto riguarda gli altri 4 trattamenti, sarebbero delle terapie con anticorpi monoclonali.

Stiamo parlando, per l’esattezza, di una combinazione del Bamlanivimab e dell’Etesevimab di Eli Lilly; una combinazione di Casirivimab e Imdevimab di Regeneron Pharmaceuticals e Roche; del Regdanivimab di Celltrion e del Sotrovimab di GlaxoSmithKline e Vir Biotechnology.

Le nuove terapie contro il Covid, come spiega la Commissione Europea, hanno un alto potenziale per far parte delle nuove cure contro la malattia che saranno approvate entro il mese di Ottobre 2019. In tutti e cinque i casi, l’Agenzia europea per i medicinali (Ema) sta già portando avanti una procedura accelerata di revisione dei dati clinici (rolling review) che porterà all’approvazione dei nuovi trattamenti.

via | AdnKronos
Foto di pasja1000 da Pixabay

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Tachifludec: quando e come assumerlo
Salute

A cosa serve il Tachifludec, quali sono i suoi principi attivi e quando va preso? Approfondiamo gli usi del farmaco in caso di mal di testa, mal di gola e tosse, la differenza che intercorre con la Tachipirina – con la quale ha in comune il paracetamolo – e le controindicazioni e gli effetti collaterali di uno dei migliori medicinali contro influenza, raffreddore e malanni stagionali in genere.