Benessereblog Salute Consulenze mediche online, il futuro delle visite?

Consulenze mediche online, il futuro delle visite?

Consulenze mediche online, il futuro delle visite?

La pandemia ci ha messo di fronte a sfide che non ci saremmo mai aspettati di vivere. Abbiamo compreso quanto prenderci cura della nostra salute sia fondamentale. E quanto sia fondamentale investire in una sanità che sia accessibile a tutti. In questo periodo molte visite di routine, controlli, accertamenti e visite approfondite sono saltati a causa di ospedali sovraffollati e senza personale medico, dal momento che le risorse erano impegnate a combattere la Covid-19. Ed è qui che sono entrate in gioco le consulenze mediche online.

Non potendo andare in ospedale o in ambulatorio, molti dottori hanno sfruttato i principi della telemedicina per rimanere al fianco dei propri pazienti, cercando di visitarli a distanza e in tutta sicurezza. Quando la pandemia finirà, le consulenze mediche online potrebbero essere il futuro delle visite?

Telemedicina, in Italia servizi ancora inadeguati: serve un miglioramento

Consulenze mediche online, intervista al CEO di Miodottore

Abbiamo intervistato Luca Puccioni, CEO di Miodottore, per capire se le consulenze mediche online sono il futuro delle visite specialistiche o anche di routine. Per capire meglio quanto le visite virtuali possono aiutare i pazienti.

Chi è il paziente tipo che sceglie la visita virtuale?

Complici anche le diverse ondate pandemiche e le conseguenti restrizioni, lo scorso anno i mesi di maggio e novembre sono stati quelli in cui abbiamo registrato il numero maggiore di prenotazioni di visite online in Italia tramite la piattaforma MioDottore, mentre nel 2021 i picchi più alti si sono raggiunti a gennaio e a febbraio.
Guardando nel dettaglio i nostri dati, abbiamo notato due tendenze diverse da parte dei pazienti che si affidano alla video consulenza online.

  • Coloro che vivono nelle grandi città preferiscono trovare specialisti vicino casa più comodi da raggiungere in caso di necessità.
  • Chi abita in piccoli centri opta per allargare il proprio range così da avere migliori e maggiori opzioni di scelta.

Inoltre, nel corso degli ultimi 12 mesi, gli italiani si sono dimostrati particolarmente sensibili alla cura della propria salute mentale, ma anche attenti alla propria forma fisica e al benessere della sfera intima sessuale: infatti tra gli esperti più prenotati sulla piattaforma per consulti e visite a distanza compaiono psicologi, nutrizionisti e ginecologi.

Quali sono i benefici?

La piattaforma digitale di MioDottore – accessibile in qualsiasi momento e ovunque ci si trovi – è in grado di automatizzare numerosi processi, rendendo semplici e veloci operazioni come la ricerca e prenotazione di una visita. E snellendo le agende e i calendari degli appuntamenti dei medici, consente ai professionisti sanitari di dedicare più tempo alla cura del paziente e migliorare la propria efficienza, presenza e reperibilità online.

Prima, per contattare il proprio medico si preferiva il telefono, mentre oggi lo si può trovare online per un consulto rapido e immediato, la comunicazione dunque si sta spostando online, così come il passaparola. Poter cercare e prenotare una visita online attraverso una piattaforma o un’app, accessibile in qualsiasi momento e ovunque ci si trovi, rappresenta un notevole vantaggio in termini di semplificazione per gli utenti, che non sono più vincolati agli orari di ricevimento e alle attese al telefono, ma possono finalizzare l’operazione in pochi semplici clic, potendo contare sulla massima trasparenza di recensioni e prezzi, nonché sulla visibilità dell’agenda del medico.

Inoltre, grazie alla ricerca geolocalizzata, è possibile fruire del servizio anche in vacanza o lontano da casa e far fronte a qualsiasi imprevisto, pur non essendo pratici del luogo in cui ci si trova o non avendo nessuno che possa consigliare uno specialista in zona.

MioDottore, da sempre impegnato ad avvicinare medici e pazienti, punta a indirizzare anche l’esigenza degli utenti di poter contare su informazioni sul mondo della salute davvero affidabili: con questo obiettivo, l’azienda ha creato all’interno del suo sito la sezione “Chiedi al dottore” dove rivolgere le proprie domande agli esperti della piattaforma, ricevendo un riscontro professionale entro un massimo di 48 ore.

Tramite la tecnologia il nostro Gruppo vuole contribuire a migliorare e rendere più efficiente il servizio sanitario, rendendo disponibili a medici e centri medici servizi di marketing e software, nonché strumenti SaaS che li aiutino nella quotidianità a ottimizzare il flusso di pazienti, ridurre i casi di no-show e digitalizzare i processi, potendo così dedicare maggior tempo alla cura dei pazienti, migliorando i risultati a livello sanitario.

Il sostegno ai medici di medicina generale

Siamo costantemente al lavoro per implementare ulteriormente gli strumenti ad oggi disponibili tramite la piattaforma, sia per supportare l’utente e avvicinarlo sempre più alla tecnologia quando si parla di salute, sia per aiutare medici e professionisti sanitari a ottimizzare il proprio lavoro e poter migliorare ancora di più il rapporto medico-paziente.

Sappiamo di essere arrivati a un punto di svolta, in cui anche il sistema sanitario si sta rendendo conto di quanto il digitale sia fondamentale e ormai necessario e in MioDottore crediamo che i Medici di Medicina Generale abbiano un ruolo cruciale nella rivoluzione della sanità. Proprio per questo, abbiamo voluto sviluppare un software gestionale di ultima generazione, facilmente integrabile, in grado di rispondere alle loro esigenze e supportarli nella loro attività.

Complice anche l’emergenza sanitaria globale, questa categoria di medici si trova in questo momento ad affrontare un significativo aumento del carico organizzativo della propria agenda e delle visite ai pazienti; è dunque cruciale scendere in campo al loro fianco, ascoltare le loro necessità e lavorare insieme per fornire i giusti strumenti per comunicare con i pazienti e ottimizzare la gestione degli studi oltre a svolgere un ruolo attivo volto a supportare e velocizzare il processo di digitalizzazione e aiutare nella gestione della pandemia.

Attraverso l’implementazione di questa tecnologia, i Medici di Medicina Generale potranno ottimizzare due aree principali:

  • La comunicazione con i pazienti e la gestione delle agende. Attraverso la possibilità di indirizzare tutti i mezzi di comunicazione – social, messaggistica istantanea, linee telefoniche – a un’unica pagina web, i medici di medicina generale potranno contare su un canale unico per dialogare con i pazienti, sia che si tratti dello scambio di documenti – come schede cliniche, immagini, file e altri documenti importanti – o della realizzazione di un check-in preventivo che consentirà di prioritizzare la tipologia di intervento con un conseguente miglioramento delle tempistiche e delle diagnosi.
  • La soluzione messa a punto da MioDottore, consentirà ai Medici di Medicina Generale di gestire al meglio la campagna vaccinale anti-Covid attualmente in corso, dalla registrazione della vaccinazione alla condivisione con il paziente dei dettagli della prenotazione e delle informazioni riguardo alla somministrazione, aiutandoli a rendere più rapide ed efficienti le procedure.

Il progetto coinvolgerà dapprima i Medici di Medicina Generale della Lombardia, una delle regioni più colpite dalla pandemia e dove i dottori necessitano di un supporto urgente, con l’obiettivo di estendere
l’offerta a tutta la Penisola nel corso dei prossimi mesi.

Quali invece i limiti ancora da superare?

Il nostro obbiettivo è quello di costruire un eco sistema sanitario sostenibile, dove i pazienti possono prendersi cura del proprio benessere in modo semplice e smart e allo stesso tempo comunicare con gli specialisti rapidamente e in completa sicurezza.

Per molto tempo la sanità è stato un settore del tutto offline, ma oggi è più che mai necessario arrivare a un punto di svolta, non solo per automatizzare sempre di più numerosi processi, rendere più semplici e veloci operazioni come la ricerca e prenotazione di una visita e snellire le agende e i calendari degli appuntamenti dei medici, ma anche per garantire la continuità dei servizi sanitari, in qualsiasi momento, abbattendo ogni forma di barriera fisica.

A questo proposito siamo costantemente al lavoro per fornire agli utenti uno strumento sempre aggiornato per rimanere in contatto con gli esperti di fiducia, offrendo un’esperienza sempre più umana e fondata su relazioni durature nel tempo.

Quali sono le visite più prenotate?

A un anno dal lancio del progetto di video consulenza online, disponibile per i dottori e centri medici affiliati con profilo premium, che consente di incontrare via video gli specialisti, sia per un primo consulto sia per appuntamenti di consueto monitoraggio del proprio stato di benessere, abbiamo garantito ben 250.000 visite in modalità virtuale, grazie al supporto di oltre 7.000 professionisti che hanno incluso questa funzionalità nel loro profilo e tra gli obbiettivi da raggiungere entro il 2021, ci siamo prefissati di estendere il servizio arrivando a coinvolgere 10.000 professionisti sul territorio italiano.

Nell’ultimo anno, gli utenti del Bel Paese si sono dimostrati particolarmente sensibili alla cura della propria salute, soprattutto emotiva e sessuale, lo conferma il podio di professionisti più
contattati: psicologi, nutrizionisti e ginecologi. Seguono psichiatri, dermatologi, urologi/andrologi e ortopedici; chiudono la top 10 chirurghi e otorini.

Come si può instaurare il rapporto tra medico e paziente se filtrato da uno schermo?

Riteniamo che il rapporto empatico e di fiducia tra medico e paziente si costruisca gradualmente e anticipatamente rispetto al primo effettivo consulto da remoto. Infatti, pensiamo che l’iniziale interfaccia parta dall’esplorazione dell’utente dei profili degli specialisti, perché è proprio tramite questo strumento che è possibile visionare il curriculum del medico, ma non solo, anche comprendere chi sia e come si approccia alla sua professione, perché l’ha scelta, in cosa è specializzato e cosa lo rende soddisfatto del suo operato.

Quindi per i dottori è importante curare il proprio profilo dal punto di vista qualitativo, oltre che quantitativo. Inoltre le recensioni e l’esperienza di altri pazienti contribuiscono a creare ulteriori elementi informativi e dunque una nuova forma di conversazione-
empatica.

La telemedicina sarà il futuro della sanità per renderla davvero più accessibile a tutti?

La sanità è stato un settore del tutto offline per un lungo periodo di tempo, ma oggi le persone sono sempre connesse e richiedono le stesse comodità e gli stessi servizi di tutte le altre aree. Infatti, se fino a qualche anno fa pensare di prenotare una visita medica online era pura fantascienza, oggi è un’attività all’ordine del giorno.

Quello che vediamo, è una crescita generale della domanda di servizi online che mettono in contatto medico e paziente, come naturale evoluzione del ruolo della tecnologia, diventata parte del nostro quotidiano, rivoluzionando anche il modo in cui ci occupiamo della nostra salute. Si tratta di una naturale transizione, che comporta un aumento delle interazioni medico-paziente. Stiamo assistendo a un cambiamento che riguarda non solo le abitudini e modalità di prenotazioni, ma anche le conversazioni.

Tutti questi elementi sono un segnale di come il rapporto medico-paziente, grazie alla tecnologia, stia evolvendo e si stia rafforzando ulteriormente. Lo confermano anche i contenuti delle conversazioni tra le due parti, che vertono sempre più su tematiche riguardanti diagnosi e consulenza, piuttosto che la richiesta di un appuntamento. Secondo le analisi delle interazioni sulla piattaforma, infatti, i pazienti non cercano solo un appuntamento, ma qualcuno di cui fidarsi e in linea con le loro aspettative. In questo scenario le recensioni sono quindi il modo migliore per sentirsi a proprio agio con un medico ancora prima di prenotare una visita.

A conferma del costante impegno di MioDottore nello sviluppo di funzionalità e servizi per aiutare i medici a connettersi con i pazienti e a svolgere la loro professione in maniera più semplice, abbiamo attivato due importanti novità dedicate agli specialisti, ovvero la fatturazione digitale e la scheda clinica che, integrati direttamente nel loro gestionale, possono supportarli in tutte le fasi del loro lavoro.

I dottori possono quindi contare su tecnologie che permettono loro di ottimizzare il servizio ai pazienti esistenti e di acquisirne di nuovi. Semplici da utilizzare, le nuove funzionalità da un lato agevolano gli specialisti nel formulare diagnosi corrette e, dall’altro, grazie a un servizio più personalizzato, li aiutano a migliorare la relazione medico-paziente.

Foto di mohamed Hassan da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social