Benessereblog Bellezza Cura corpo Come fare i boccoli senza piastra

Come fare i boccoli senza piastra

Esistono diversi modi per creare dei boccoli senza utilizzare la piastra, per evitare di stressarli troppo con il calore correndo il rischio di rovinarli. Tra le tecniche più efficaci potete ricorrere alle trecce, ai bigodini, ad un calzino o alla fascia per capelli (vale anche la cintura dell'accappatoio!). In questo articolo ve li illustriamo nel dettaglio. Scegliete il metodo che preferite in base alle vostre esigenze e ai risultati che desiderate ottenere, sarà un gioco da ragazzi.

Come fare i boccoli senza piastra

Sapere come fare i boccoli senza piastra è il desiderio di chi sogna dei capelli mossi ma ordinati senza stressarli più di quanto non facciamo già tra phon, ferri ed attrezzi vari. Per alcune si tratta di un’utopia, per altre di un’operazione fattibile se la propria chioma non è eccessivamente ribelle. Bene, ma cosa usare per fare i boccoli se non si ricorre alla piastra, quindi? E si possono ottenere veramente risultati soddisfacenti? Andiamo con ordine.

Come fare i boccoli senza piastra

Fortunatamente, i modi per creare dei boccoli senza l’utilizzo della piastra sono diversi. Alcuni di questi sono perfino sorprendenti. Basta fare un rapido giro sul web, in particolare su Youtube, per trovare pratici esempi ed esperienze personali con tanto di “prove” video. Ecco alcuni dei metodi che potete provare.

Boccoli con fascia

Per fare i boccoli con fascia, iniziate con i capelli leggermente umidi, quindi indossate una fascia per capelli sulla fronte. Prendete una ciocca di capelli, arrotolatela sulla fascia stessa e fissate le estremità con una forcina. Continuate con la stessa operazione fino a quando avrete terminato tutte le ciocche. Lasciate asciugare i capelli all’aria aperta se fa caldo, o utilizzate un asciugacapelli per accelerare l’asciugatura. Quando i capelli sono asciutti, rimuovete le forcine e sciogliete i boccoli con le dita. Ecco fatto.

Boccoli con bigodini

Anche in questo caso iniziate con i capelli umidi. Per fare i boccoli con i bigodini, sceglietene di diverse dimensioni in base alla grandezza dei boccoli che desiderate ottenere. Prendete una ciocca di capelli, arrotolatela sul bigodino e fissate le estremità con una forcina. Continuate con le altre ciocche. Lasciate i bigodini in posa per diverse ore o teneteli su durante la notte. Quando i capelli si saranno completamente asciugati, rimuovete le forcine e sciogliete i boccoli con le dita come sopra.

Boccoli con calzino

Per creare i boccoli con un calzino, lavate i capelli ed asciugateli leggermente. Pettinateli e divideteli in due grandi porzioni. Appuntate con una molletta l’estremità di un calzino in alto sulla testa, nella parte destra, ed arrotolate i capelli prima su loro stessi, e poi intorno al calzino, che andrà chiuso arrotolandolo su se stesso e facendo uscire l’altra estremità dal nodo. Ripetete la stessa operazione sulla parte sinistra, quindi lasciate i boccoli in posa per alcune ore o per tutta la notte. Rimuovete i calzini e sciogliete i boccoli con le dita. Niente di più semplice.

Boccoli con le trecce

Come fare i boccoli fai-da-te in modo super semplice? Inumidite leggermente i capelli e acconciateli facendo diverse trecce. Lasciateli asciugare all’aria o utilizzate un phon. Una volta asciutti, vi basterà scioglierli per ritrovarvi dei boccoli ben definiti, che potrete appena pettinare per uniformare. Ecco, in poche mosse, come fare una piega mossa senza calore e senza rovinare la chioma.

In tutti i casi sopra menzionati, ricordate di non pettinare o spazzolare i capelli dopo aver creato i boccoli, in quanto andreste a causare la perdita della loro forma. Utilizzate invece le dita per scioglierli con cura ed allo stesso tempo modellarli affinché il lavoro non vada perso.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Come eliminare un punto nero incistato
Cura corpo

Eliminare un punto nero incistato può non essere semplice, specie in casa. In casi come questo può essere utile ricorrere al dermatologo, il quale nel proprio studio, e con gli attrezzi giusti, può portare a compimento l’operazione in modo sicuro ed efficace. A chi voglia provare da solo, si consiglia di optare per un estrattore di punti neri o per un aspiratore, entrambi strumenti ampiamente diffusi in commercio.