Benessereblog Salute Combur test delle urine, a cosa serve e come si effettua

Combur test delle urine, a cosa serve e come si effettua

Che cos’è il combur test? È un esame delle urine che si può fare tranquillamente a casa.

Combur test delle urine, a cosa serve e come si effettua

Guarda la galleria: Combur test delle urine

Il Combur test è un test che si può fare a casa, molto velocemente, per verificare eventuali infezioni alle vie urinarie, diabete e non solo. Come si effettua? Bisogna raccogliere la pipì in un barattolino sterile e immergere una striscia reattiva, che può identificare la presenza di 5 o 10 sostanze. Dopo qualche minuto si paragona il colore (stile cartina al tornasole) con la didascalia cromatica presente sulla confezione.

I risultati sono molto chiari fin da subito, anche per i non addetti ai lavori, perché le strisce reattive sono protette con un’innovativa sigillatura a rete da possibili alterazioni di colore, usura e interferenze. Inoltre, non produce falsi negativi. Come mai? Queste strisce sono impregnate con iodato, quindi riducono al mimino l’interferenza dell’acido ascorbico sui campi reattivi del sangue e del glucosio, perfino in presenza di elevate concentrazioni di acido ascorbico (fino a 750mg/l) nelle urine.

È poi comodo, perché si può fare in qualsiasi momento: le strisce infatti si conservano a temperatura ambiente fino alla data di scadenza indicata, anche dopo l’apertura della confezione. Quali sono le sostanze che si possono rilevare? In quello a 10 abbiamo il glucosio, le proteine, il ph, i corpi chetonici, l’ Urobilinogeno, il sangue, Leucociti e nitriti, il peso specifico, una indicazione della concentrazione ionica delle urine, utile per la diagnosi del diabete, e la bilirubina.

In caso di positività, ovviamente, si consiglia di chiamare il medico che ovviamente procederà con la prescrizione di alcuni esami di laboratorio, più analitici.

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Perdite gialle dopo il ciclo: le cause e i rimedi
Malattie

Avere delle perdite vaginali è un fenomeno del tutto normale, ma in alcuni casi è necessario consultare il ginecologo. Ecco cosa vuol dire quando le perdite sono gialle, e quali sono i rimedi migliori.