Benessereblog Salute Cervello, dalla liquirizia un’arma contro Alzheimer e Parkinson

Cervello, dalla liquirizia un’arma contro Alzheimer e Parkinson

Dall’estratto della liquirizia si potrebbe ricavare una sostanza importante per curare malattie neurodegenerative, come Alzheimer e Parkinson.

Cervello, dalla liquirizia un’arma contro Alzheimer e Parkinson

L’Alzheimer e il Parkinson sono due malattie neurodegenerative molto difficili da curare. Gli studiosi sono alla ricerca di terapie che possano dare un futuro alle nuove generazioni e forse potrebbe esserci un’interessante novità. L’estratto di liquirizia contiene l’acido salicilico, un prodotto chimico amaro trovato in alcune piante e ormone fondamentale per la regolazione del sistema immunitario delle piante, noto anche per essere tra i componenti dell’aspirina. Legandosi all’enzima GAPDH (Gliceraldeide-3-fosfato deidrogenasi), che si ritiene di svolgere un ruolo nelle malattie neurodegenerative, arresta l’enzima in movimento in una cellula del nucleo dove può scatenare la sua morte.

I derivati dalla liquirizia o le versioni sintetizzate, secondo lo studio della Johns Hopkins University, sarebbero ancora più efficaci dell’aspirina nel bloccare l’enzima. Il professore Solomon Snyder, tra gli autori, ha commentato:

“L’enzima GAPDH, a lungo pensato per funzionare solo nel metabolismo del glucosio, è ormai noto per partecipare alla segnalazione intracellulare. Il nuovo studio stabilisce che il GAPDH è un bersaglio per i farmaci salicilati relativi all’aspirina, e, quindi, possono essere rilevanti per le azioni terapeutiche di tali farmaci”.

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Quale attività fisica può praticare chi soffre di ernia del disco?
Fitness

L’ernia del disco viene definita come una fuoriuscita di materiale discale dai normali margini dello spazio del disco intervertebrale, che determina la comparsa di dolore, disturbi sensitivi e motori. Chi soffre di questo disturbo deve sapere che la migliore prevenzione delle alterazioni posturali del rachide è il movimento. Ma quale attività fisica può praticare in sicurezza chi soffre di questo disturbo? Lo abbiamo chiesto ad un ortopedico: ecco cosa ci ha detto.