Benessereblog Salute Cancro, la pillola anticoncezionale protegge da quello all’utero

Cancro, la pillola anticoncezionale protegge da quello all’utero

I dati disponibili confermano l'effetto benefico

Cancro, la pillola anticoncezionale protegge da quello all’utero

La pillola anticoncezionale difende dal cancro all’utero. A confermarlo è un’analisi degli studi condotti fino ad oggi pubblicata sulla rivista Lancet Oncology, secondo cui negli ultimi 50 anni l’assunzione di questo farmaco ha risparmiato circa 400 mila casi di cancro dell’endometrio.

Lo spiccato effetto protettivo dei contraccettivi orale contro il cancro dell’endometrio – che dura per decenni dopo aver interrotto l’assunzione della pillola – significa che le donne che la prendono quando hanno 20 anni o anche prima continuano a trarne benefici quando ne hanno 50 o di più, quando il cancro diventa più frequente

sottolinea Valerie Beral, coautrice dell’analisi, aggiungendo:

Ricerche precedenti hanno dimostrato che la pillola protegge anche contro il cancro all’ovaio. Le persone erano preoccupate che potesse causare tumori, ma nel lungo termine la pillole riduce il rischio di avere il cancro.

Via | AlphaGalileo

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Sobrepin: a cosa serve e formati
Salute

Sobrepin è un medicinale per la tosse caratterizzata dalla produzione di catarro. Appartiene alla categoria dei farmaci mucolitici ed è attivo nel fluidificare le secrezioni mucose delle vie respiratorie, alterandone la composizione. E’ disponibile in commercio in diverse forme ma, così come vale per tutti i farmaci, anche a questo sono legati degli effetti collaterali che è opportuno conoscere. Seguite le indicazioni del medico o del farmacista e non superate le dosi raccomandate.