Benessereblog Benessere Psicologia Bugie bianche: gli effetti collaterali che non ti aspettavi

Bugie bianche: gli effetti collaterali che non ti aspettavi

Bugie bianche: gli effetti collaterali che non ti aspettavi

Anche dire una bugia bianca potrebbe avere delle conseguenze inaspettate. Se menti a qualcuno, potresti infatti trovare più difficile capire cosa pensa o sente l’altra persona. Questo è ciò che è emerso da un nuovo studio che ha preso in esame le conseguenze indesiderate (e inaspettate) del comportamento disonesto.

Lo studio è stato pubblicato sulle pagine del Journal of Experimental Psychology: General, e rivela che gli atti non etici o disonesti possono influenzare “l’accuratezza empatica“, ovvero la capacità di decifrare le emozioni che prova un’altra persona.

Per giungere a questa conclusione, gli autori hanno condotto otto studi, coinvolgendo un totale di oltre 2.500 partecipanti, i quali sono stati osservati in vari scenari. Ebbene, dagli otto studi sarebbe emerso che esiste una “relazione causale” tra il comportamento disonesto di una persona e la sua capacità di entrare in empatia con le emozioni di un’altra persona.

Mentire e imbrogliare rendono dunque le persone meno capaci di leggere accuratamente i sentimenti di coloro che le circondano. Lo studio ha anche rivelato che “l’accuratezza empatica compromessa” ha delle conseguenze negative che possono insinuarsi anche nelle altre interazioni sociali.

A volte le persone raccontano una bugia bianca e pensano che non sia un grosso problema. Ma la decisione di essere disonesti in un momento potrebbe avere delle implicazioni su come interagirete con le persone in futuro. Quando le persone perdono la loro capacità fisiologica di provare sensibilità sociale, possono essere più suscettibili agli effetti della distanza sociale derivanti dall’assumere comportamenti disonesti.

via | MedicalNewsToday
Foto da Pixabay

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Dolore al seno: tutte le possibili cause
Malattie

Quali sono le possibili cause del dolore al seno? Dal ciclo mestruale alla menopausa, scopri quali fattori causano dolore e come affrontare il problema