Benessereblog Binge drinking: rischi maggiori per le donne?

Binge drinking: rischi maggiori per le donne?

Binge drinking: rischi maggiori per le donne?

Il consumo eccessivo di bevande alcoliche è collegato a un maggior rischio di danno epatico.

Un nuovo studio pubblicato sulle pagine del Journal of Pharmacology and Experimental Therapeutics rivela adesso che gli effetti del binge drinking potrebbero essere maggiormente dannosi per le donne, rispetto che per gli uomini.

 

Per giungere a questa conclusione, i ricercatori della School of Medicine dell’Università del Missouri hanno esaminato un campione di ratti, ed hanno scoperto che le femmine di età e peso uguale a quelle dei maschi erano più sensibili alla stessa quantità di alcool e presentavano maggiori lesioni epatiche rispetto ai maschi.

Alcuni bevitori cronici possono bere per diversi anni e continuare a vivere una vita relativamente sana. Ma molti bevitori cronici sono suscettibili al danno epatico quando bevono in modo incontrollato. Il fegato è il motore metabolico del corpo e le lesioni epatiche possono danneggiare anche gli altri organi

spiegano gli autori dello studio, i quali aggiungono che esiste una proteina, chiamata diacilglicerolo chinasi-alfa, che è risultata collegata alla crescita dei tumori.

Nei nostri risultati, questa proteina aumenta del 20% nei ratti maschi, ma aumenta del 95% nelle femmine. Tuttavia, qualsiasi ruolo abbia questa proteina nel carcinoma mammario indotto dall’alcool non è noto, e rimane da studiare in futuro.

Gli esperti spiegano dunque che saranno necessari ulteriori studi sull’uomo per comprendere meglio le potenziali differenze nel modo in cui il binge drinking influisce su maschi e femmine e sulle cause metaboliche che potrebbero essere alla base di queste differenze.

via | ScienceDaily
Foto da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social