Benessereblog Salute Bambini asmatici e allergici a scuola

Bambini asmatici e allergici a scuola

Bambini asmatici e allergici a scuola

Il cambiamento di stagione e l’arrivo della primavera, si sa, sono i periodi peggiori per chi soffre d’asma, a causa della diffusione dei pollini e per la minore presenza di piogge. E chi ne è più colpito sono proprio i bambini.

I casi d’asma, rispetto a venti anni fa, sono cresciuti di 3-4 volte: in Italia ne soffre il 9% dei bambini e il 10% degli adolescenti e ogni anno si registrano circa 2000 nuovi casi.

Il problema maggiore sono le crisi asmatiche, soprattutto se queste si presentano quando il piccolo è a scuola. Infatti, mentre fino a qualche anno fa le prestazioni sanitarie di prevenzione ed emergenza in ambiente scolastico erano di competenza del medico scolastico, ora spettano al pediatra di famiglia, il cui intervento non potrà comunque mai essere così tempestivo, come nel primo caso.

Foto | Flickr

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social