Benessereblog Alimentazione Cibi e bevande L’avocado fa male al fegato?

L’avocado fa male al fegato?

L'avocado è un frutto che fa bene alla salute. L'avocado non fa male al fegato, anzi, lo protegge e lo disintossica, grazie al suo alto contenuto di fibre e di antiossidanti, oltre che di vitamine che fanno bene a tutto l'organismo. Attenzione, però, a controindicazioni ed effetti collaterali di un frutto tropicale che ormai è diventato grande protagonista sulle nostre tavole, in tante ricette dolci e salate da gustare ogni giorno

L’avocado fa male al fegato?

Fonte immagine: Pixabay

L’avocado è un frutto tropicale ormai diffuso in tutto il mondo. Portarlo in tavola in tante ricette diverse è diventata ormai una moda, alla quale non riusciamo più a dire di no. Anche perché è molto buono e versatile e si presta a essere inserito in tante ricette dolci e salate, scatenando anche la nostra fantasia in cucina. Inoltre, sono tanti i benefici di un frutto davvero salutare. Se ti stai chiedendo se l’avocado fa male al fegato oppure no, ti spieghiamo tutto quello che devi sapere su proprietà, controindicazioni, effetti collaterali. E sulla frutta amica della salute del tuo fegato.

L’avocado fa male al fegato oppure no?

L’avocado non fa male al fegato. Anzi, fa proprio bene. Le proprietà benefiche di questo gustoso frutto tropicale sono davvero tantissime. Per quello che riguarda la salute del fegato, ad esempio, alcune ricerche scientifiche hanno scoperto che gli antiossidanti di cui è ricco proteggono questo organo dai disturbi causati dai radicali liberi. Inoltre, aiuta a ridurre i lipidi nel sangue, prevenendo eventuali danni al fegato. Tutto merito dell’alto contenuto di fibre, acqua e grassi sani e buoni.

L’olio di avocado si è dimostrato, inoltre, un ottimo rimedio per curare il fegato, tenendo in considerazione anche che il frutto contiene acido oleico, che aiuta a contrastare l’infiammazione epatica. Mentre il glutatione di cui è fonte naturale è un antiossidante utile per disintossicare il fegato. Senza dimenticare che l’alto contenuto di fibre interviene a migliorare anche la funzione epatica, proteggendo la salute del fegato insieme alla vitamina E di cui l’avocado è ricco.

Ricco di magnesio e potassio, l’avocado aiuta la salute di vene e arterie, riduce la pressione del sangue e previene l’insorgenza di malattie vascolari. L’olio si prende cura anche della pelle secca, idratandola in profondità e prevenendo la formazione di rughe. Può anche combattere le irritazioni della cute.

Chi non può mangiare l’avocado?

Come ogni altro alimento, esistono anche effetti collaterali e controindicazioni nell’avocado. Ad esempio, sappiamo che la polpa è ricca di potassio e quindi è un frutto sconsigliato a chi è a rischio di malattie ai reni. Si tratta anche di un alimento altamente calorico: bisogna consumarlo a dosi non troppo esagerate, soprattutto in caso di dieta o per problemi di peso.

Esisterebbe anche una rara correlazione tra allergia al lattice e avocado: meglio chiedere consiglio al proprio medico curante per conoscere benefici e controindicazioni di un frutto che non ha solo benefici, ma può anche causare, in alcune condizioni di salute, piccoli o grandi disturbi.

avocado
Fonte: Pixabay

Qual è la frutta che fa bene al fegato?

Oltre all’avocado, qual è la frutta che fa bene alla salute del fegato? In realtà tutta la frutta fresca, così come la verdura, può aiutare a mantenere in salute questo organo, perché sono ricche di fibre, di vitamine e di antiossidanti. In particolare, oltre all’avocado, sono consigliati il limone e il pompelmo, perché ricchi di vitamina C.

Inoltre, per la salute del fegato e per eliminare le tossine che potrebbero comprometterla, i nutrizionisti consigliano il consumo, oltre che di alimenti ricchi di fibre, anche di cereali integrali, di probiotici, di cibi ricchi di glutatione (anguria, papaia, broccoli, avocado, asparagi), di alimenti amari (carciofo, lattuga romana, broccoli), pesce, perché ricco di Omega-3 che svolge funzione antinfiammatoria nell’organismo.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Sciroppo di glucosio, fa male?
Cibi e bevande

Lo sciroppo di glucosio può comportare rischi per la salute quando consumato in eccesso. È una fonte concentrata di zuccheri semplici, principalmente glucosio, che può provocare un aumento dei livelli di zucchero nel sangue, favorendo l’obesità, il diabete di tipo 2 e le malattie cardiache. Inoltre, il suo utilizzo frequente può contribuire alle carie dentali. Tuttavia, quando consumato con moderazione come parte di una dieta equilibrata, lo sciroppo di glucosio.