Benessereblog Salute Allergie, troppi antibiotici aumentano il rischio

Allergie, troppi antibiotici aumentano il rischio

Le allergie potrebbero essere provocate da un eccessivo uso di antibiotici? Ecco cosa emerge da una nuova ricerca.

Allergie, troppi antibiotici aumentano il rischio

Guarda la galleria: Allergie, la causa sono i troppi antibiotici?

Allergie: la causa potrebbe nascondersi dietro un uso eccessivo di antibiotici? A suggerirlo sarebbero nuovi studi, secondo cui gli antibiotici che usiamo per combattere i batteri nocivi, potrebbero effettivamente renderci maggiormente suscettibili al rischio di allergie.

Scoprite cosa emerge dalle recenti ricerche sfogliando la nostra galleria di immagini.

via | Medicalxpress.com

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Pleurite: i sintomi da riconoscere subito
Malattie

La pleurite è un’infiammazione della pleura, una sottile membrana che riveste la cavità toracica e i polmoni. I sintomi più comuni sono dolore al petto, che può peggiorare con la tosse o con la respirazione profonda, e difficoltà respiratorie. Altri sintomi possono includere febbre, sudorazione notturna ed affaticamento. La pleurite può essere causata da un’infezione, come la polmonite, o da una malattia autoimmune. Alla comparsa dei primi segnali è opportuno contattare immediatamente il medico.