Benessereblog Salute Allarme febbre Q a Vicenza: uomo finisce in ospedale

Allarme febbre Q a Vicenza: uomo finisce in ospedale

Allarme febbre Q a Vicenza: uomo finisce in ospedale

Un uomo di 65 anni è stato da poco ricoverato all’ospedale di Vicenza probabilmente a causa della febbre Q. Questa condizione è abbastanza rara, e si pensa che possa essere stata trasmessa da un gregge di pecore. L’uomo è residente in una zona di Montegalda, e il suo non rappresenta il primo caso di febbre Q registrato nelle ultime settimane nel nostro Paese. Un altro episodio è stato infatti registrato poche settimane fa al San Bortolo, ed ha coinvolto questa volta un paziente del Basso Vicentino, che risiede in un’area rurale.

Presso l’Istituto zooprofilattico delle Venezie di Legnaro gli esperti stanno già eseguendo i test sierologici, per riuscire a scoprire con esattezza quale possa essere l’origine dell’infezione, e per far scattare gli eventuali provvedimenti previsti dalla legge in casi del genere (tra cui l’isolamento degli animali e la messa in atto di adeguate misure di profilassi).

La febbre Q può essere provocata da un particolare batterio, ovvero il Coxiella Burnetii, e può essere trasmessa all’uomo dalle pecore, ma anche da altri animali, come ad esempio bovini, capre e persino da animali domestici, compresi i cani e i gatti.

via | Il Giornale di Vicenza
Foto da iStock

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social