Benessereblog Salute Virus West Nile: 975 casi in Europa, l’Italia è il paese con più infezioni

Virus West Nile: 975 casi in Europa, l’Italia è il paese con più infezioni

Il bilancio europeo sulle infezioni da Virus West Nile conferma che quest’anno sono state diagnosticati il triplo dei contagi rispetto al 2017.

Virus West Nile: 975 casi in Europa, l’Italia è il paese con più infezioni

La febbre del Nilo, nell’estate 2018, sta facendo grandi numeri in Europa. Quest’anno ci sono stati 975 casi, di cui 710 nell’Unione europea e 265 negli Stati vicini. Un aumento più che triplo rispetto all’anno scorso. L’Italia è il Paese che finora ha avuto il maggior numero di infezioni nell’uomo (327). A rilevarlo è il Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc) nel suo ultimo bollettino.

Al secondo posto si trova la Serbia (213), seguita da Grecia (147), Romania (117), Ungheria (96), seguiti a distanza da Israele (49), Francia (11), Austria (8), Croazia (3), Kosovo (3) e Slovenia (1). Rispetto all’intera stagione 2017, rilevano gli Ecdc, i casi complessivi sono aumentati di 3,4 volte rispetto al 2017.

Le vittime sono state in totale 63, distribuite tra Serbia (21), Grecia (16), Italia (13), Romania (12) e Kosovo (1) e, rispetto ai sei anni precedenti, la proporzione dei casi mortali non è aumentata, rileva l’Ecdc.

Intanto in Italia continuano ad aumentare i casi da West Nile. In Friuli c’ è stato un morto, un uomo di 88 anni che non aveva patologie pregresse Ovviamente la maggior parte dei casi è in forma asintomatica e dunque è davvero difficile da diagnosticare. Dei 334 casi umani confermati in Italia ben 131 hanno manifestato la forma neuro-invasiva del virus West Nile, mentre in 157 hanno manifestato febbre.

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Quale attività fisica può praticare chi soffre di ernia del disco?
Fitness

L’ernia del disco viene definita come una fuoriuscita di materiale discale dai normali margini dello spazio del disco intervertebrale, che determina la comparsa di dolore, disturbi sensitivi e motori. Chi soffre di questo disturbo deve sapere che la migliore prevenzione delle alterazioni posturali del rachide è il movimento. Ma quale attività fisica può praticare in sicurezza chi soffre di questo disturbo? Lo abbiamo chiesto ad un ortopedico: ecco cosa ci ha detto.