Benessereblog Salute Corpo Tumore allo stomaco, per una prevenzione efficace ecco alcuni consigli 

Tumore allo stomaco, per una prevenzione efficace ecco alcuni consigli 

Come prevenire il tumore allo stomaco: alcuni semplici ed efficaci consigli di stile di vita da seguire.

Tumore allo stomaco, per una prevenzione efficace ecco alcuni consigli 

Quale una delle forme cancerose più frequenti e presenti al mondo, il tumore allo stomaco ha un’incidenza maggiore nei confronti degli uomini rispetto alle donne e tende a colpire tendenzialmente in età adulta, dopo i 45-50 anni di età. Non è mai facile da riconoscere, perché i suoi sintomi sono simili a quelli di una gastrite o di un’ulcera; solo con una gastroscopia approfondita è possibile arrivare ad una diagnosi certa, anche se logicamente, come diceva un vecchio slogan, prevenire è meglio che curare.Fortunatamente, per una prevenzione efficace ci sono alcuni consigli validi e semplici da seguire:

  • controllare l’alimentazione: alcuni studi hanno dimostrato che la prima efficace forma di prevenzione per il tumore allo stomaco comincia dalla tavola e dalla cucina. Una dieta ricca di insaccati, carne rossa e grassi saturi può causare delle alterazioni nella mucosa gastrica, esponendo il soggetto a maggiori probabilità di essere affetto da disturbi all’apparato gastrointestinale e all’insorgenza di tumori;
  • tenere sotto controllo il peso: l’obesità è uno dei fattori di rischio maggiore;
  • tagliare l’alcol e le sigarette, da sempre i principali nemici di una buona salute;
  • sottoporsi al test dell’Helicobacter pylori, una delle cause primarie di insorgenza di cancro allo stomaco, soprattutto se si hanno casi di familiarità;
  • consumare té verde, dalle note proprietà antiossidanti: alcuni studi hanno dimostrato che aiuta a prevenire il cancro allo stomaco;
  • condurre una vita sana: sport, alimentazione corretta e poco stress.

 Lo ripetiamo sempre, ma è veramente il consiglio migliore.

Via | Pourfemme, Medicitalia

Foto | Flickr

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Pleurite: i sintomi da riconoscere subito
Malattie

La pleurite è un’infiammazione della pleura, una sottile membrana che riveste la cavità toracica e i polmoni. I sintomi più comuni sono dolore al petto, che può peggiorare con la tosse o con la respirazione profonda, e difficoltà respiratorie. Altri sintomi possono includere febbre, sudorazione notturna ed affaticamento. La pleurite può essere causata da un’infezione, come la polmonite, o da una malattia autoimmune. Alla comparsa dei primi segnali è opportuno contattare immediatamente il medico.