Benessereblog Alimentazione Dieta sana Troppi zuccheri in gravidanza aumentano il rischio di obesità per i figli

Troppi zuccheri in gravidanza aumentano il rischio di obesità per i figli

Troppi zuccheri in gravidanza aumentano il rischio di obesità per i figli

I bambini le cui madri presentavano livelli di glucosio nel sangue troppo elevati durante la gravidanza corrono un maggior rischio di soffrire di obesità infantile. Questo è ciò che emerge da un nuovo studio pubblicato sulle pagine della rivista PLOS One, i cui autori spiegano che il rischio rimane anche se alle madri non viene diagnosticato il diabete gestazionale.

Lo studio è stato condotto dai membri della University of Tennessee, ed i suoi autori hanno
analizzato i dati di oltre 40.000 donne incinte che avevano partorito tra il 1995 e il 2004. Gli autori hanno tenuto in considerazione i dati dei bambini, che sono stati seguiti fino a 5 o 7 anni di età.

Esaminando i dati, gli esperti hanno constatato che elevati livelli di glucosio nel sangue erano associati a un più alto rischio di sviluppare l’obesità tra 5 e 7 anni di età. Tale rischio aumenta del 13% rispetto a quello corso dai figli delle donne con livelli normali di glucosio nel sangue.

Se la donna riceve effettivamente una diagnosi di diabete gestazionale, il rischio che il bambino sviluppi l’obesità aumenta del 52%

aggiungono gli autori dello studio, i quali hanno anche scoperto che se la madre ha un normale indice di massa corporea, livelli elevati di glucosio nel sangue durante la gravidanza non risultavano più associati allo sviluppo dell’obesità infantile.

Questa informazione è importante perché suggerisce che potremmo prevenire l’obesità infantile in due modi: aiutando le madri a raggiungere un BMI normale prima di iniziare una gravidanza, e riducendo l’iperglicemia durante la gravidanza.

via | MedicalXpress
Foto da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social