Benessereblog Benessere Psicologia Social network: i rischi che gli adolescenti dovrebbero conoscere

Social network: i rischi che gli adolescenti dovrebbero conoscere

Un nuovo studio rivela quali sono i rischi dei social network da non sottovalutare.

Social network: i rischi che gli adolescenti dovrebbero conoscere

I social network hanno senza dubbio cambiato il nostro mondo (se in meglio o in peggio non è ancora chiaro). Un nuovo studio ha però preso in esame gli effetti di questi particolari strumenti sugli adolescenti, ed ha fatto emergere un quadro piuttosto preoccupante.

Lo studio è stato condotto dai membri dell’”UCL Great Ormond Street Institute of Child Health” di Londra ed è stato pubblicato sulle pagine della rivista “The Lancet Child & Adolescent Health“. Gli esperti hanno intervistato circa 10.000 adolescenti di età compresa fra i 13 e i 16 anni, ed hanno constatato che coloro che si connettono più di tre volte al giorno su Facebook, Instagram, WhatsApp, Twitter e Snapchat avrebbero una salute peggiore (sia a livello mentale che fisico) rispetto a coloro che si connettono meno spesso.

Inoltre, lo studio ha rivelato che le ragazze adolescenti soffrono maggiormente delle conseguenze negative collegate all’eccessivo uso dei social network.

Ma di quali effetti stiamo parlando esattamente? Gli esperti spiegano che fra quelli più comuni e preoccupanti vi sono depressione, ansia, insonnia, stress, scarsa autostima e una maggiore tendenza alla sedentarietà.

Questi effetti interessano in particolar modo le ragazze, che sperimenterebbero il problema anche per via della maggiore esposizione al cyberbullismo e della mancanza di attività più salutari, mentre le conseguenze negative hanno invece influito solo sul 12% degli adolescenti maschi che sono stati intervistati.

via | Ansa

Foto da Pixabay

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Oggi è la Giornata Internazionale della Malattia di Chagas
Malattie

Oggi ricorre la Giornata Internazionale della Malattia di Chagas, una giornata di sensibilizzazione che mira a far conoscere questa pericolosa infezione. La malattia di Chagas, anche nota con il nome di tripanosomiasi americana, è molto diffusa nei Paesi dell’America Latina, ma rappresenta sempre più un problema di portata globale. Vediamo come avviene il contagio e quali sono gli obiettivi del World Chagas Disease Day 2023.