Benessereblog Salute Sei ottimista o pessimista? La differenza è nel cervello

Sei ottimista o pessimista? La differenza è nel cervello

Esiste una forte corrispondenza tra un particolare insieme di connessioni nei tratti del cervello e uno stile di vita positivo. Ecco cosa emerge da una nuova ricerca.

Sei ottimista o pessimista? La differenza è nel cervello

Ottimista o pessimista? La risposta si trova nel cervello! A suggerirlo è un nuovo studio dei membri dell’Università di Oxford, che analizzando i collegamenti nel cervello di 461 persone, sono giunti alla conclusione che il cervello delle persone “ottimiste” si comporta in modo diverso rispetto a quello delle persone pessimiste. Per giungere a tale conclusione, gli autori dello studio hanno eseguito delle risonanze magnetiche funzionali, ed hanno creato una mappa comune dei processi del cervello dei partecipanti (connettoma).

Il team ha poi confrontato 280 diverse misure comportamentali con il connettoma per ogni soggetto. Analizzando le connessioni nel cervello, gli esperti avrebbero identificato una forte correlazione fra le variazioni specifiche nel connettoma di un soggetto con le misure comportamentali e demografiche.

Tale correlazione dimostra che coloro che presentano un particolare insieme di collegamenti nei tratti cerebrali tendono ad essere più ottimisti, mentre coloro che si posizionano all’altra estremità della scala, presentano tratti tipicamente negativi, come rabbia, uso di sostanze e scarsa qualità del sonno.

via | ScienceDaily

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Carbone vegetale, a cosa serve
Corpo

Da rimedio anti-gonfiore, il carbone vegetale è oggi diventato un ingrediente per pane, maschere di bellezza e dentifrici: questo rimedio naturale è conosciuto da molto tempo come trattamento per ridurre il gas intestinale, ma il carbone vegetale può essere usato anche per trattare intossicazioni e altri disturbi. Il rimedio va assunto per non più di 7 giorni e solo in casi particolari.