Benessereblog Salute Preoccuparsi troppo per la salute del cuore mette a rischio l’equilibrio mentale

Preoccuparsi troppo per la salute del cuore mette a rischio l’equilibrio mentale

Preoccuparsi troppo per la salute del cuore mette a rischio l’equilibrio mentale

Siete spesso in ansia per la salute del vostro cuore? Allora sarà il caso di prestare attenzione anche al vostro benessere psicologico. Il consiglio arriva direttamente da un nuovo studio pubblicato sulle pagine del Journal of Racial and Ethnic Health Disparities. Secondo gli autori, preoccuparsi troppo per la salute cardiaca può compromettere anche il benessere psicologico.

L’ansia (talvolta eccessiva) che proviamo per la salute del nostro cuore potrebbe infatti aumentare il rischio di sviluppare dei problemi di salute mentale.

Per il loro studio, gli autori hanno analizzato in particolar modo un campione di giovani adulti “latinx” nati negli Stati Uniti. In precedenza i partecipanti avevano vissuto delle esperienze traumatiche. Ad esempio, sono stati vittime di episodi di razzismo o di discriminazioni transgenerazionali. Con il termine “latinx” – spiegano gli autori – si intendono delle persone di identità culturale o etnica latinoamericana.

Preoccuparsi troppo per la salute: i rischi da non sottovalutare

Ebbene, attraverso la loro indagine i ricercatori hanno constatato che, in particolar modo in questo segmento della popolazione, l’ansia focalizzata sulla propria salute cardiaca può essere considerata come campanello d’allarme che predice il rischio di soffrire di condizioni di salute mentale, come depressione e disturbo d’ansia generalizzata.

Per arginare questo fenomeno sarà dunque importante prestare attenzione non solo alla salute fisica dei pazienti, ma anche a quella psicologica:

Se riduci l’ansia concentrata sul cuore, rendi a quella persona un ottimo servizio perché probabilmente stai diminuendo anche il rischio di soffrire di tutta una serie di problemi di salute mentale.

I risultati di questo studio potrebbero dunque favorire lo sviluppo di strategie di intervento specializzate. Questa – come sottolineano gli stessi autori – si chiama medicina di precisione, un tipo di approccio più umano e personalizzato, che si prefigge lo scopo di formulare diagnosi e individuare trattamenti in base alla specifica condizione del singolo paziente.

via | ScienceDaily
Foto di Pexels da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social