• Benessereblog
  • Prevenzione
  • Borsa di studio Fraintesa: la raccolta fondi in memoria di Francesca Barbieri per Fondazione Airc

Borsa di studio Fraintesa: la raccolta fondi in memoria di Francesca Barbieri per Fondazione Airc

Borsa di studio Fraintesa: la raccolta fondi in memoria di Francesca Barbieri per Fondazione Airc

Con i soldi raccolti con la campagna solidale in memoria dii Francesca Barbieri Fondazione Airc dà vita alla Borsa di studio Fraintesa.

Dalla raccolta fondi in memoria di Francesca Barbieri Fondazione AIRC darà vita alla borsa di studio Fraintesa. Dopo la morte della travel blogger, molto conosciuta sui social, i suoi amici hanno deciso di avviare una campagna per raccogliere soldi da destinare alla ricerca scientifica. Malata di tumore al seno, ha sempre affrontato la malattia con il sorriso, cercando di sensibilizzare sul tema della ricerca sui tumori.

Francesca conosceva molto bene Fondazione AIRC. Nel 2019 si era avvicinata all’associazione per dare un nuovo significato alla data di diagnosi di tumore al seno. Aveva deciso di partire per un lungo viaggio intorno al mondo, avviando al tempo stesso una raccolta fondi per poter sostenere la ricerca sul cancro. Dopo quel viaggio ha continuato a sensibilizzare sui suoi canali social e con il suo impegno quotidiano sull’importanza della prevenzione e della ricerca. Fino all’ultimo giorno. Fraintesa, com’era conosciuta in rete, è morta venerdì 2 aprile 2021.

Trattamento post chirurgico del tumore al colon, il progetto Pegasus sostenuto da Fondazione AIRC

Francesca Barbieri e la diagnosi di tumore al seno

Francesca Barbieri è morta il 2 aprile 2021 all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, dove era in cura per cercare di vincere la sua battaglia contro il cancro che era ormai in recidiva. La diagnosi era arrivata l’8 ottobre del 2018: un cancro al seno molto aggressivo. Per cercare di guarire ha subito tre interventi, seguito 6 mesi di chemioterapia e 1 mese di radioterapia. Solo nel primo anno. Un anno dopo la decisione di partire in solitaria per girare il mondo: sembra essere guarita e voleva contribuire a raccogliere fondi per la ricerca dei ricercatori AIRC e sensibilizzare i suoi follower.

Ha dovuto però interrompere il viaggio, perché le erano state riscontrate delle metastasi. In seguito ha dovuto affrontare altri cicli di chemio e diverse terapie, come l’immunoterapia, ma non c’è stato niente da fare. Il compagno Andrea Riscassi sui social ha dato il triste annuncio.

La raccolta fondi e la nascita della borsa di studio Fraintesa

Dopo la sua morte, gli amici di Francesca hanno lanciato una raccolta fondi in sua memoria con AIRC, per trasformare la rabbia e il dolore per aver perso un’amica in qualcosa di positivo. La raccolta è stata avviata il 4 aprile e in pochi giorni sono stati raccolti più di 100mila euro. La cifra raccolta sarà destinata a un progetto intitolato a Francesca.

Il progetto servirà a istituire la Borsa di studio AIRC per l’Estero Francesca Fraintesa Barbieri, un finanziamento di durata biennale destinato a giovani ricercatori e ricercatrici che vogliono fare un percorso formativo all’estero in un laboratorio oncologico.

Questo il link della raccolta fondi.

Tumore al seno, il test genomico evita le chemioterapie superflue

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog