Cos'è la sindrome di Churg-Strauss, i sintomi e la cura

La sindrome di Churg-Strauss è una malattia rara: ecco di cosa si tratta.

La sindrome di Churg-Strauss (SCS) è una rara forma di vasculite sistemica, una malattia che colpisce generalmente i soggetti di sesso maschile, di età compresa fra i 30 e i 60 anni, e che è caratterizzata da livelli eccessivamente alti di globuli bianchi eosinofili. La ragione di tale aumento rimane ancora sconosciuta, ma essi tendono ad infiltrare organi e tessuti, danneggiandoli liberando dai granuli sostanze tossiche. Tale patologia è anche conosciuta come granulomatosi allergica o angiosi allergica, ed è stata identificata per la prima volta da Jacob Churg M.D. e Lotte Strauss M.D., nel 1951.

Ancora oggi non sono conosciute le cause della sindrome di Churg-Strauss, ma si è constatato che la patologia è più frequente nei pazienti asmatici. I sintomi di tale patologia possono essere molto variabili, in relazione a quali sono gli organi interessati.

sindrome di Churg-Strauss

Fra i sintomi e le caratteristiche più comuni si registrano asma bronchiale, perdita dell’olfatto, sintomi influenzali, infiltrati polmonari, malessere, febbre, intorpidimento e formicolio delle mani e dei piedi con eventuale perdita di sensibilità e funzionalità (che si manifesta quando è presente un interessamento neurologico), dolori addominali ed eventuali alterazioni visive.

A causa della sintomatologia non del tutto chiara, la diagnosi della sindrome di Churg-Strauss può avvenire tardivamente. Per quanto concerne il trattamento di tale patologia, esso si basa sulla somministrazione di farmaci cortisonici ed immunosopressori, e la sua prognosi è buona, se la malattia viene diagnosticata e trattata per tempo. Se la patologia non viene trattata, la sopravvivenza del paziente a 5 anni dalla diagnosi è di circa il 25%.

via | Churg-strauss.org, Malattierare.hsr.it
Foto | da Pinterest di Hubert Duval

  • shares
  • Mail