Cos'è e come si cura la sincope cardiaca

Con il termine di sincope cardiaca, in medicina si intende lo svenimento di un paziente che è stato colpito da un problema a carico del cuore. Scopriamo insieme come si manifesta e quali sono le cure.

La sincope cardiaca è una condizione medica che si manifesta quando, in seguito ad un problema cardiaco, legato in particolare alla presenza di ostruzioni nella gittata cardiaca, il paziente colpito sviene. E' un disturbo che si manifesta con estrema velocità e può anche essere accompagnato da crisi convulsive. Il paziente manifesta un'improvvisa perdita di conoscenza e solitamente non ha bisogno di cure specifiche.

La perdita di coscienza provocata dalla sincope cardiaca è solitamente dovuta a casi di aritmia, alterazione strutturale del cuore, ma anche per embolia polmonare, ipertensione arteriosa, dissecazione aortica. La sincope cardiaca può anche essere recidiva e provocare danni alla salute del paziente.

La sincope cardiaca, che viene diagnosticata tramite una visita accurata, un esame fisico e tramite ECG, solitamente non viene trattata in sè, ma vengono trattate le cause che stanno alla base di tale patologia: in caso di bradiaritmia si può procedere con un impianto di PM, mentre in caso di sincope da tachicardia si deve intervenire con una terapia farmacologica, ma in linea di massima si interviene prima con la causa scatenante per poter risolvere il problema.

Solamente individuando la causa, infatti, si potrà risolvere questo particolare disturbo che porta a casi, che possono anche essere molto frequenti, di perdita di coscienza.

sincope cardiaca

Via | gimsi

Foto | da Pinterest di sally richards

  • shares
  • Mail