Emocromo alto in gravidanza: cause e rimedi

Cosa vuol dire quando si ha un emocromo alto in gravidanza?

L’emocromo è un esame molto importante, che rivela le caratteristiche dei componenti del sangue, globuli rossi, globuli bianchi e piastrine. Durante il periodo della gravidanza non è affatto raro che i valori dell’emocromo possano apparire alterati, anzi! In questa delicata fase della vita i valori dei globuli rossi e dell'emoglobina possono ad esempio essere inferiori rispetto alla norma, mentre quelli dei globuli bianchi possono invece essere superiori rispetto al normale.

In linea generale, i dati rilevati con l’esame dell’emocromo sono l’ematocrito (uomo 40-54%, donna 38-47%), l’emoglobina (uomo 13,5-18 g/dl, donna 12-16 g/dl), gli eritrociti/?l (uomo 4,6-6,2 x 106, donna 4,2-5,4 x 106), il volume corpuscolare medio (uomo 80-98 fl, donna 81-99 fl), l’emoglobina corpuscolare media (uomo 26-32 pg, donna 26-32 pg), la concentrazione emoglobinica corpuscolare media (uomo 32-36%, donna 32-36%), l’ampiezza di distribuzione degli eritrociti (uomo 11,6-14,6%, donna 11,6-14,6%), ed i reticolociti (uomo 0,5-2,5%, donna 0,5-2,5%).

emocromo alto in gravidanza

Detto questo, grazie all’esame dell’emocromo (che andrebbe comunque eseguito 3 volte nel corso della gravidanza) è possibile valutare l’eventuale presenza di determinati problemi di salute e patologie. In linea generale, è sempre buona regola chiedere un consulto del medico quando i valori dell’emocromo appaiono al di sopra o al di sotto del range di normalità.

Valori elevati dell’emocromo possono essere collegati ad esempio a una condizione di eccessivo stress generale, malattie intestinali, malattie polmonari, disidratazione eccessiva, o anche alla presenza di un’infezione in corso. I rimedi andranno naturalmente valutati in base alla causa del problema.

via | Bebeblog

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail