Cosa sono i condilomi anali e come si curano

Cosa sono i condilomi anali, e come fare a curare efficacemente questo problema?

Cause condilomi anali

I condilomi anali sono una patologia che si manifesta nella zona intorno al margine anale. Si tratta di escrescenze irregolari dello stesso colore della pelle, che per via della loro forma vengono definite anche con il nome di “creste di gallo”. Quella dei condilomi anali è una patologia che rientra fra quelle a trasmissione sessuale, ma perché avvenga il contagio è sufficiente anche il semplice contatto con la parte interessata.

Ma come fare a riconoscere questo problema? I sintomi dei condilomi anali sono generalmente una sensazione di prurito, e naturalmente la presenza di escrescenze che vanno a formarsi intorno alla zona anale. Tali escrescenze possono comparire sia raggruppate che in maniera isolata, e possono assumere dimensioni diverse. Detto questo, al fine di prevenire questo problema è indispensabile l’utilizzo del preservativo durante i rapporti sessuali, anche se – va sottolineato – nel caso dei condilomi esso non garantisce una protezione completa.

Qualora i condilomi non venissero curati o asportati, essi crescerebbero notevolmente di dimensione e di numero, con il rischio che, se non curati per tempo, possano anche degenerare in tumori maligni del canale anale. La terapia prevede l’applicazione di farmaci ad azione locale (Imiquimod, Podofillotossina) la cui funzione è appunto quella di distruggere le escrescenze e di rinforzare la risposta immunitaria. Qualora il trattamento farmacologico non dovesse rivelarsi efficace, il medico consiglierà di fare ricorso all’intervento di rimozione chirurgica o al trattamento di diatermocoagulazione e crioterapia.

via | Paolalolliproctologia, Medicitalia
Foto | da Pinterest di Rexi44

  • shares
  • Mail