Perché gli uomini amano la carne e snobbano la soia?

carne uomo

Gli uomini consumano meno prodotti vegetariani e più carne rispetto alle donne. Lo rivela un recente studio in via di pubblicazione sul Journal of Consumer Research, prima firma Paul Rozin della University of Pennsylvania. La carne, in particolare la bistecca, viene associata nella cultura occidentale alla mascolinità. Questo spiega perché gli uomini tendono a consumare quantità maggiori di carni rosse.

I ricercatori hanno chiesto ad un campione di persone di associare alcuni cibi, tra cui latte, carne, verdure, a concetti come la virilità, la debolezza e la forza fisica. Ebbene, la carne è stata additata come metafora di mascolinità e chi la consumava veniva considerato più virile di chi mangiava verdure.

Non a caso in molte lingue il termine carne è maschile. Negli Stati Uniti, il consumo di carne rossa è elevato. Secondo gli autori la riluttanza a diminuirne il consumo deriva in parte proprio da questa associazione tra carne e macho. La soia, invece, decisamente più sana e leggera, viene vista come un alimento da deboli.

Non è certo per pura curiosità che i ricercatori si sono interessati all'accezione metaforica del cibo. Spiega Paul Rozin che le campagne comunicative su una sana alimentazione dovrebbero concentrarsi sulla creazione di nuove associazioni tra cibi sani come i prodotti vegetariani e la prestanza fisica, per rompere stereotipi radicati ed insalutari che aumentano vertiginosamente il consumo di carne rossa, nociva per la salute in quantità eccessive. Un primo passo, spiegano gli autori, è creare bistecche di soia simili nella forma e nell'aspetto a quelle tradizionali. Gli hamburger di soia, ad ogni modo, ci sono già.

Via | University of Chicago Press Journal
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail