Pillola a 13 anni senza ricetta: la proposta arriva dal Regno Unito

Proposta nel Regno Unito vendita pillola senza ricetta a tredicenni

Promette di far discutere ben al di là dei confini britannici la notizia, riportata dal Daily Mail, della proposta di consentire in tutto il Regno Unito la vendita della pillola anticoncezionale senza bisogno della ricetta medica alle ragazze che abbiano compiuto 13 anni senza bisogno della prescrizione medica. Secondo il National Health Service d’oltremanica questa opportunità consentirebbe di ridurre le gravidanze indesiderate.

In Gran Bretagna, così come il Italia, le donne che vogliono assumere la pillola possono farlo solo dietro la prescrizione di un medico che abbia escluso possibili effetti dannosi per la salute. Chi è a rischio di trombosi venosa, ad esempio, non dovrebbe assumere questo medicinale. Tuttavia, già in passato il sistema sanitario britannico aveva sperimentato la vendita senza ricetta della pillola al di sopra dei 16 anni. Lo studio pilota aveva coinvolto solo 5 farmacie londinesi, ma ora è stato proposto di estendere questa possibilità a tutta la nazione, abbassando l’età minima per l’acquisto a 13 anni.

Questo approccio è già stato sperimentato a partire dal novembre del 2010 in 10 farmacie dell’Isola di Wight, dove i farmacisti che si sentono chiedere dalle ragazze la pillola del giorno dopo sono stati autorizzati a offrire, dopo un colloquio informativo, una confezione di pillola contraccettiva, corrispondente a un mese di trattamento anticoncezionale. Per proseguire con l’assunzione le ragazze devono, poi, consultare un medico. Un progetto simile è partito anche lo scorso anno in 13 farmacie di Manchester.

L’opinione degli esperti sull’opportunità di questo approccio sono, però, contrastanti. Se alcuni mettono in dubbio la capacità dei farmacisti di dare un consulto appropriato alle ragazze, secondo altri il risultato potrebbe essere un aumento dei rapporti sessuali in giovane età. Fatto sta che la maggiore disponibilità dei diversi tipi di contraccettivi e una migliore educazione sessuale nelle scuole hanno ridotto le gravidanze al di sotto dei 18 anni del 10% anche in questo paese, caratterizzato da uno dei tassi più elevati di gravidanze fra le adolescenti in Europa.

Da parte loro, i medici ribadiscono quanto già si sapeva: dati i possibili effetti collaterali, prima di assumere la pillola è indispensabile che le ragazze si sottopongano a visite mediche che escludano possibili rischi per la salute.

Via | DailyMail
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail