Grassi o magri? Supermercati e discount fanno aumentare il girovita

supermercati e discount fanno aumentare il girovita

Per mantenersi in forma non bisogna scegliere solo una buona palestra, ma anche un buon supermercato. Dal tipo di negozio in cui si sceglie di fare la spesa dipendono, infatti, sia il tanto temuto girovita, sia l'indice di massa corporea. Lo ha svelato uno studio pubblicato su PloS ONE da un gruppo di ricercatori francesi che hanno analizzato l'associazione tra le misure fisiche che indicano sovrappeso o obesità e il tipo di negozi alimentari in cui ci si reca abitualmente per riempire frigorifero e dispensa.

La ricerca, che ha coinvolto in totale 7.131 persone, punta il dito contro grandi supermercati e discount. Chi sceglie questi negozi, infatti, ha un indice di massa corporea e un girovita superiori rispetto a chi fa la spesa in punti vendita più piccoli. L'associazione non è casuale: le persone che scelgono lo stesso supermercato hanno misure più simili fra loro rispetto a quanto riscontrato confrontando questi parametri in consumatori che fanno la spesa in punti vendita diversi. E tanto più il negozio è grande e a basso costo, tanto più si sposta l'ago della bilancia.

Anche se questi dati indicano che recarsi in negozi più piccoli, come quelli che possiamo trovare sotto casa, significa riempire le borse con prodotti più salutari, solo l'11,4% degli intervistati ha dichiarato di scegliere i negozi del proprio quartiere. Ma, si sa: quando il portafoglio piange preferire il discount è più un'esigenza che una scelta. Per proteggere la nostra salute non ci resta che fare più attenzione a quello che mettiamo nel carrello, controllando sempre sull'etichetta che il prezzo più basso non sia associato all'uso di materie prime di scarsa qualità.

Via | PLoS ONE
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail