Troppo caldo o troppo freddo? Potrebbe essere colpa della tiroide

Spesso chi soffre di ipotiroidismo è particolarmente sensibile alle basse temperature, mentre gli ipertiroidei soffrono molto il caldo. Ecco una possibile spiegazione

tiroide caldo

I sintomi con cui può avere a che fare chi è affetto da un problema alla tiroide sono molti e molto diversi fra loro. Fra questi c'è anche un'ipersensibilità al caldo e al freddo dell'ambiente che li circonda, un fenomeno fino ad oggi attribuito all'effetto degli ormoni tiroidei sul metabolismo delle cellule. Uno nuovo studio del Karolinska Institutet di Stoccolma, pubblicato su Pnas, ha però svelato il coinvolgimento di un altro meccanismo, scoprendo che gli ormoni prodotti da questa ghiandola influenzano la dilatazione vasi sanguigni determinando, così, la quantità di calore dispersa dal corpo.

Gli esperimenti che hanno portato a questa conclusione sono stati condotti su topi caratterizzati dalla presenza di un recettore per gli ormoni tiroidei difettoso e, quindi, paragonabili ad un individuo che soffre di ipotiroidismo, una condizione spesso associata ad una maggiore sensibilità alle basse temperature. Studi precedenti avevano già svelato che questi topi attivano in modo superiore alla norma il proprio metabolismo per generare calore a partire dal grasso bruno. Osservando i topi agli infrarossi i ricercatori svedesi hanno scoperto che dietro a questo fenomeno c'è una maggiore dispersione di calore attraverso la coda. L'ipotesi formulata è quindi che il malfunzionamento dei recettori per gli ormoni tiroidei impedisce agli animali di regolare correttamente la costrizione dei vasi sanguigni e, di conseguenza, porta a una dispersione del calore che viene controbilanciata dalla produzione di calore a partire dal grasso bruno.

Come ha spiegato Jens Mittag, responsabile dello studio,

questo ci dice che anche le persone con un disturbo alla tiroide possono avere freddo, ma rispetto ai topi compensano parzialmente con qualche vestito in più o alzando il termostato a casa.

Se questa è la situazione vissuta da chi soffre di ipotiroidismo, chi convive con l'ipertiroidismo può invece trovarsi nella condizione opposta e spesso è più sensibile al caldo rispetto alla norma.

Il nostro studio dimostra che la sensibilità alla temperatura provata dai pazienti con disturbi alla tiroide può esseer causata da effetti vascolari

ha spiegato Amy Warner, primo autore dello studio.

Questa conoscenza può aiutare futuri trattamenti per quei pazienti che ne soffrono particolarmente.

Via | Karolinska Institutet
Foto | da Flickr di Lara604

  • shares
  • Mail