Urla e insulti non sono educativi, la disciplina verbale aumenta la depressione fra gli adolescenti

Una comunicazione violenta compromette la stabilità emotiva dei ragazzi e aggrava i loro problemi. Lo studio

disciplina verbale severa

Essere genitori non è compito facile, soprattutto in periodi come l'adolescenza, quando i rapporti con i figli possono diventare sempre più difficoltosi. Spesso sembra inevitabile perdere la pazienza, ma lasciarsi andare ad urla ed imprecazioni non è certo la soluzione migliore, anzi, secondo uno studio pubblicato sulla rivista Child Development una disciplina verbale severa è tanto inutile quanto dannosa e può solo peggiorare la situazione, esponendo i ragazzi al rischio di depressione.

La ricerca in questione ha coinvolto 976 famiglie statunitensi di ceto medio e ha svelato che il ricorso a quella che può appunto essere definita “disciplina verbale” è tutt'altro che raro e riguarda il 50% circa delle famiglie in cui è presente un adolescente. Anche quando i rapporti tra genitori e figli sono buoni un'educazione basata su questa strategia può però avere effetti deleteri sullo sviluppo emotivo del ragazzo, che diventa più propenso a sviluppare già tra i 13 e i 14 anni sintomi depressivi e a mentire, rubare, litigare o comportarsi male a scuola.

La convinzione che una disciplina rigida non abbia conseguenze nel momento in cui c'è un forte legame tra genitore e figlio – che l'adolescente capirà che “lo stanno facendo perché mi amano” - è sbagliata perché l'affetto dei genitori non riduce gli effetti di una disciplina verbale severa

ha spiegato Ming-Te Wang, docente di psicologia dell'educazione all'Università di Pittsburgh e primo autore dello studio, aggiungendo:

piuttosto, una disciplina verbale rigida pare essere dannosa in tutte le circostanze.

Infatti l'ostilità manifestata dai genitori porta ad una diminuzione delle inibizioni e fomenta la rabbia, l'irritabilità e comportamenti aggressivi durante l'adolescenza. Insomma, urla e insulti non sono una punizione giusta più di quanto non lo siano quelle fisiche e il suggerimento di Wang è di parlare con serenità ai propri figli delle proprie preoccupazioni e delle conseguenze dei loro comportamenti sbagliati.

Via | Daily Mail
Foto | da Flickr di susy ♥

  • shares
  • Mail