Le cause del testosterone basso negli uomini, i sintomi e i rimedi

Nella maggior parte dei casi si tratta della cosiddetta andropausa, ma le ragioni della diminuzione dell'ormone maschile per antonomasia possono essere anche altre. E non tutte riguardano il sesso

testosterone basso

Quello del testosterone basso è un problema con cui ha a che fare il 39% degli uomini di età superiore ai 45 anni. La riduzione dei livelli di questo ormone può progredire con l'avanzare degli anni, dando luogo ad una serie di sintomi cui ci si riferisce sempre più spesso con il termine “andropausa”.

Fra questi sono inclusi sia problemi della sfera sessuale, sia problematiche di tutt'altro tipo. Se, infatti, la riduzione dei livelli di testosterone è associata a disfunzione erettile, diminuzione della libido, diminuzione del numero di erezioni, erezioni deboli e una riduzione dell'attività sessuale, anche l'aumento degli accumuli di grasso, l'affaticamento e la riduzione delle energie, la perdita di massa muscolare e la depressione sono spesso sintomi scatenati dal testosterone basso.

Anche le cause sono molto variabili. Da un lato, durante l'invecchiamento la diminuzione della produzione di testosterone è un fenomeno del tutto fisiologico. D'altra parte, quando un esame del sangue rileva livelli di testosterone più bassi del previsto è possibile che si abbia a che fare con problemi agli organi sessuali, all'ipofisi o all'ipotalamo, le strutture che controllano la sua produzione.

Per quanto riguarda gli organi sessuali, bassi livelli di testosterone possono essere causati da infiammazioni del testicolo (le orchiti), testicoli ritenuti, traumi allo scroto, anomalie cromosomiche o terapie anticancro. L'attività di ipofisi e ipotalamo potrebbe invece essere compromessa da shock, tumori, infiammazioni, infezioni e anomalie strutturali.

Anche l'obesità può essere la causa del problema. In effetti il 50% degli uomini obesi ha bassi livelli di testosterone. Questa associazione dipende dal fatto che le cellule di grasso trasformano in estrogeni gli ormoni maschili, testosterone incluso. Infine, l'assunzione di anabolizzanti è stata associata a testosterone basso.

In generale, il problema riguarda il 40% degli uomini con pressione alta e altrettanti uomini con colesterolo alto, il 50% degli uomini che soffrono di diabete, il 30% di quelli che convivono con l'HIV e il 50% di quelli che hanno sviluppato l'AIDS. Infine, il 75% degli uomini che hanno fatto uso cronico di oppioidi hanno ha livelli di testosterone ridotti.

Il sintomi possono essere ridotti assumendo testosterone. Per farlo è possibile ricorrere a iniezioni, gel da applicare sulla pelle, cerotti, compresse o palline inserite sotto alla pelle. I benefici di queste terapie sono l'aumento delle energie, della libido e della massa muscolare e il miglioramento del sonno, delle erezioni e dell'umore. Alcuni studi suggeriscono anche benefici in termini di peso e salute delle ossa. La terapia, però, non è una cura. Nella maggior parte dei casi, infatti, la riduzione dei livelli di testosterone è cronica e smettere di assumerlo riporta tutto a com'era prima di iniziare la terapia.

Via | WebMD; Urology Care Foundation
Foto | da Flickr di anokarina

  • shares
  • Mail