Cos'è la sifilide latente, quali sono i sintomi e la terapia

Una fase intermedia nello sviluppo della sifilide: come si cura e come si presenta.

Lo stadio di sifilide latente è una delle fasi intermedie dei tre stadi della sifilide, un'infezione dell'apparato genitale causata dal batterio Treponema pallidum. La trasmissione di questa malattia avviene in seguito ad un rapporto sessuale non protetto con partner infetto e si divide, appunto, in tre distinte fasi: durante la prima fase, detta sifilide primaria che dura tra i 3 e i 90 giorni, si sviluppa una lesione cutanea simile a un’ulcera, sempre singola, compatta e solitamente indolore. Nel secondo stadio, i sintomi si presentano con eruzioni cutanee di colore rosso-bruno (roseola) su tutto il corpo, in alcuni casi accompagnate da sintomi quali cefalea, febbre, mal di gola, ingrossamento dei linfonodi.

Nel terzo stadio, invece, la malattia è latente e degenera lentamente senza sintomi evidenti: vengono colpiti gli organi interni, in particolare il cervello fino a portare a demenza, confusione mentale, cecità, incontinenza, paralisi e morte. Si parla dunque di sifilide latente quando, dopo la biopsia oppure il test sierologico, che verifica la presenza o meno del Treponema Pallidum in base alla presenza degli anticorpi nel sangue, si ha la prova dell'infezione in corso ma questa resta asintomatica, non sviluppando effettivamente il terzo stadio della malattia. Solitamente si distingue in precoce o tardiva, a seconda che si manifesti a meno di un anno o più di anno dallo stadio di sifilide secondaria.

La terapia di cura della sifilide latente prevede comunque la somministrazione di antibiotici come la penicillina, per scongiurare la manifestazione del terzo stadio della malattia fino a completa guarigione del paziente. Va sottolineato che una pregressa infezione curata efficacemente non conferisce l’immunità permanente, pertanto per evitare ulteriori possibili contagi è opportuno adottare, specialmente con partner non occasionali, le basilari accortezze per un rapporto sessuale protetto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail