Occhio all'estate: come proteggere la vista dal sole

La Commissione Difesa Vista sottolinea i rischi corsi dagli occhi quando non li si protegge dai raggi solari e dà alcuni pratici consigli sulla scelta e l'uso degli occhiali da sole

vista

Gli occhiali da sole non sono un semplice vezzo, ma un vero e proprio strumento che protegge dai danni alla vista. A sottolinearlo è Francesco Loperfido, responsabile del Servizio di Oftalmologia dell'Ospedale San Raffaele di Milano e consulente della Commissione Difesa Vista, che sottolinea:

Con l'arrivo della bella stagione diventa ancora più importante proteggere i propri occhi con occhiali da sole di qualità.

Una recente ricerca della Commissione ha però svelto che solo il 60% degli italiani utilizza gli occhiali da sole e che di questi il 30% non li indossa quasi mai o mai, il 18% raramente e solo il 52 % li ritiene indispensabili. Le categorie più a rischio sono bambini e anziani che li utilizzano, rispettivamente, solo nell'11 e nel 10% dei casi.

I rischi del sole per gli occhi


La luce intensa, ricca di raggi UV, il riverbero sull’acqua, ma anche il vento e la sabbia possono mettere a rischio la salute degli occhi, di adulti, bambini e anziani

spiega Loperfido.

I danni da UV sono più intensi a seconda dell’altezza del sole. Aumentano con l’altitudine, passano anche attraverso le nuvole e sono intensificati dall’effetto riflettente di neve, acqua e sabbia.

Una esposizione non protetta degli occhi può provocare reazioni nel breve periodo come fotosensibilità, irritazioni e arrossamenti transitori (congiuntiviti, ustioni della cornea, forte lacrimazione, fotocheratite che è una scottatura della superficie oculare). Nel lungo periodo i danni possono essere anche più gravi, provocando cataratta e maculopatie, vere e proprie lesioni alla retina che possono essere favorite dall’esposizione ai raggi solari.


I consigli per un'estate sicura anche per la vista

La Commissione Difesa Vista suggerisce pochi accorgimenti per evitare i possibili effetti collaterali della luce solare intensa diretta sugli occhi:


  • Limitare l’esposizione durante le ore centrali della giornata (dalle 10 del mattino alle 4 del pomeriggio).
  • Rimanere all’ombra, indossando sempre gli occhiali da sole.
  • Chi indossa occhiali da vista deve stare ancora più attento: le lenti convergenti, di potenza ottica positiva, fanno convergere sugli occhi anche i raggi UV presenti nella luce solare, soprattutto quando si prende il sole da sdraiati con lo sguardo rivolto verso la luce. E’ quindi consigliabile munirsi di lenti da sole graduate.
  • Evitare lampade solari e lettini abbronzanti o, nel caso, utilizzare sempre gli occhialini protettivi, meglio se appoggiando del cotone inumidito sull’occhio.
  • Verificare la qualità degli occhiali da sole al momento dell'acquisto. Esistono apposite marcature e normative specifiche.
  • La montatura deve essere ben aderente alla radice del naso.
  • Meglio scegliere occhiali ampi (sopra il sopracciglio, un po' arcuati).
  • Per un migliore effetto protettivo associare l’uso degli occhiali a quello di un cappello con visiera.

Se al momento della scelta dell'occhiale vi rimanesse qualche dubbio potete affidarvi a Sole Amico, l'app per smartphone creata dalla Commissione con il Patrocinio del Ministero della Salute in collaborazione con Unipro, l'Associazione nazionale delle imprese cosmetiche.

Via | Comunicato stampa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail