Contraccezione e scelta del partner

Young FamilySecondo un recente studio le variazioni ormonali che si verificano nella donna durante il ciclo mestruale alterano le loro preferenze degli indicatori fenotipici, genetici o relativi alle qualità come genitori, nella scelta del proprio partner. Gli autori sostengono che i contraccettivi ormonali potrebbero eliminare questi scostamenti di preferenze, condizionando la scelta del compagno in maniera diversa tra le utilizzatrici e le non utilizzatrici della contraccezione orale.

Cosa spiega questo studio?

Secondo il dottor Roberts, uno degli autori, "le donne tendono a trovare gli uomini geneticamente dissimili più attraenti in quanto i figli avrebbero maggiori probabilità di essere sani. Fa parte della 'chimica' che regola l'attrazione tra uomini e donne. Allo stesso modo, le preferenze delle donne cambiano inconsciamente durante le fasi non fertili del ciclo mestruale, quando sono più attratte dagli uomini che appaiono più attenti e affidabili - e quindi dei buoni papà.
In aggiunta, una precedente ricerca dal dottor Roberts ha scoperto che la pillola altera la preferenze per l'odore (del corpo) maschile. Invece di preferire gli uomini geneticamente diversi, quando le donne usano la pillola, spostano la loro preferenza verso gli uomini dall'odore più simili geneticamente.

"I livelli ormonali delle donne che utilizzano la pillola non cambiano molto durante il mese e tendono a rispecchiare quelli tipici della fase non fertile del ciclo mestruale al contrario di quanto si verifica in genere nel ciclo femminile non condizionato".

In realtà la ricerca ha indagato in particolare la durata e la qualità delle relazioni affettive per le donne utilizzatrici della pillola contraccettiva rispetto alle non utilizzatrici, in relazione alla scelta del partner come papà del loro primo figlio. E' emerso che le donne utilizzatrici della contraccezione orale, registravano un punteggio più basso sulle misure della soddisfazione sessuale e di attrazione per il partner, sperimentando in più una crescente insoddisfazione sessuale nel corso del rapporto, e quindi maggiori probabilità di eventuali separazioni. Tuttavia, le stesse donne erano più soddisfatte della previsione paterna del partner e quindi avevano più rapporti duraturi e meno probabilità di separarsi.

Un effetto sembra compensare l'altro.

Il dottor Roberts dice: "I nostri risultati mostrano conseguenze positive e negative nell'uso della pillola per la donna in relazione alla scelta del suo compagno. Queste donne in media, sono meno soddisfatte degli aspetti sessuali della loro relazione, ma lo sono di più per gli aspetti non sessuali.

E' opportuno precisare che la ricerca solleva la possibilità che le donne che fanno uso di contraccettivi orali siano influenzate nella scelta del partner, ma, ad oggi, non si sa se questi effetti misurati in laboratorio hanno entità tale per avere effettive conseguenze nel mondo reale, né quali sarebbero queste conseguenze.

  • shares
  • Mail