Le diete di mantenimento: come e perché

dieta mantenimentoSarà capitato anche a voi di seguire (almeno una volta nella vostra vita) rigidamente una dieta, dal principio alla fine, senza sgarrare quasi mai ed ottenendo i risultati che vi eravate prefissati. Poi, dopo svariati chili persi, arriva Lei, la fase di mantenimento, che a volte sembra più difficoltosa della dieta vera e propria. Questo soprattutto perchè non dà, come l'altra, risultati così evidenti e quindi ci si sente meno motivati.

Le diete di mantenimento, però, sono molto importanti, perchè permettono al nostro organismo, che è stato sotto sforza per più o meno tempo, di stabilizzarsi con quel regime alimentare, che, con piccoli accorgimenti, dovrebbe essere un must da seguire praticamente sempre. Durante questa fase, quindi, è bene seguire alcune regole.

In linea generale, possiamo dire che è meglio preferire i carboidrati a colazione e pranzo, che ci forniscono le giuste energie per affrontare bene la giornata e le proteine alla sera. Non ci stancheremo mai di dire quanto è importante la colazione (sì a caffè o tè; latte o yogurt; cereali, marmellata o frutta). Ultimo consigli: una volta alla settimana, concedetevi una cena libera, ossia in cui deciderete liberamente voi cosa mangiare.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail