Grigori Perelman paparazzato da un blogger

Grigori Perelman paparazzato da un blogger

Vi ricordate di Grigori Perelman? Parliamo del  guru delle equazioni che l'estate scorsa ha rifiutato la medaglia Fields, il Nobel dei matematici, e il corrispettivo di un milione di dollari per aver risolto la "Congettura topologica di Poincaré". "Non voglio essere uno scienziato da vetrina. I soldi? Troppi. In Russia il denaro genera sempre violenza". […]

Vi ricordate di Grigori Perelman? Parliamo del  guru delle equazioni che l'estate scorsa ha rifiutato la medaglia Fields, il Nobel dei matematici, e il corrispettivo di un milione di dollari per aver risolto la "Congettura topologica di Poincaré".

"Non voglio essere uno scienziato da vetrina. I soldi? Troppi. In Russia il denaro genera sempre violenza". Abbandonato il posto all'Istituto di Matematica Steklov della città di Pietroburgo, è sparito praticamente senza lasciare traccia. Probabilmente si è voluto allontanare dai riflettori e dalle pressioni degli accademici, che volevano ingaggiarlo per dare lustro alle loro università.

Ad avvistarlo ci ha pensato un blogger, che lo ha riconosciuto in metropolitana e gli ha scattato qualche foto col telefonino. Lui è Dmitri Sergieevic Butoga, un blogger che si firma "Sapienti.sat". Sul suo blog si legge: "Che cretino sono stato. Potevo approfittare e invece mi tocca guardare le mie foto pubblicate gratis sul Komsomolska Pravda".

grigori%20perelman%201.jpg

Perelman non è nuovo a rifiuti comunque. Nel 1996 aveva già detto no ad un premio europeo, dichiarando che la giuria era incompetente, e rifiutò anche di essere intervistato dalla prestigiosissima rivista Nature.

Intanto a San Pietroburgo, da quanto si legge sul giornale Komsomolska Pravda, circolano da qualche giorno magliette con il ritratto dello scienziato e una scritta. Da un lato "Respect" e sul retro, in russo, "Non tutto si compra".

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog