Malattie croniche: quanto conta davvero lo stile di vita?

Malattie croniche: quanto conta davvero lo stile di vita?

Non è mai troppo tardi per cambiare il proprio stile di vita, anche se soffri di patologie croniche.

Non è mai troppo tardi per cambiare stile di vita, e questo vale anche per coloro che soffrono di patologie croniche. Questi pazienti vanno spesso incontro a una durata della vita più breve e a svariati problemi di salute, ma a quanto pare, almeno per quanto riguarda la longevità, condurre uno stile di vita sano può davvero fare la differenza.

Lo suggerisce un nuovo studio pubblicato sulle pagine della rivista PLOS Medicine, secondo cui un sano stile di vita può regalarci qualche anno in più, a prescindere dalla presenza o meno di patologie croniche.

In particolar modo, a determinare un netto miglioramento della durata della vita per i pazienti sono stati i cambiamenti connessi all’alimentazione e al vizio del fumo. Rinunciare alla sigaretta è risultato associato, ad esempio, a un “guadagno” di 6,3 anni di vita negli uomini e di 7,6 anni nelle donne. Come abbiamo detto, ciò è valso anche per coloro che soffrivano di malattie croniche come il diabete o patologie cardiovascolari.

Per il loro studio, gli autori hanno analizzato i dati di un campione di 480.940 pazienti, nei quali sono stati identificati 36 tipi di malattie croniche. Gli autori hanno dunque analizzato lo stile di vita dei partecipanti, prestando particolare attenzione a parametri come lo svolgimento di attività fisica, il vizio del fumo, il tipo di alimentazione seguito e il consumo di alcol.

Ebbene, analizzando i dati sarebbe emerso che gli uomini che conducevano un sano stile di vita avrebbero vissuto dai 4,5 ai 6,3 anni più a lungo, mentre per quanto riguarda le donne, il guadagno andava dai 6,4 ai 7,6 anni in più.

Gli autori tengono a sottolineare che il fattore che ha maggiormente inciso sulla durata della vita dei partecipanti è proprio il fumo:

Abbiamo scoperto che uno stile di vita sano, in particolare l’astinenza dal fumo, aumenta l’aspettativa di vita anche di 7 anni. Il nostro studio ha implicazioni importanti per la salute pubblica, speriamo di aver mostrato che non è mai troppo tardi per compiere cambiamenti vitali.

via | Focus
Foto di Olexy @Ohurtsov da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog