Coronavirus, Roberto Burioni: Non dobbiamo abbassare la guardia

Coronavirus, Roberto Burioni: Non dobbiamo abbassare la guardia

Roberto Burioni torna a parlare di Coronavirus, sottolineando che non è il momento di abbassare la guardia.

L’emergenza Coronavirus non è ancora finita. Non bisogna assolutamente abbassare la guardia. E i numeri che emergono non danno buone notizie per i prossimi mesi. Roberto Burioni su MedicalFacts in un articolo intitolato “Non si scherza con i numeri” commenta i dati che sono stati pubblicati su JAMA Internal Medicine, che ci parlano di numeri inconfutabili. Possiamo ricominciare a vivere, sottolinea l’esperto, ma dobbiamo sempre rispettare le regole. Perché il virus potrebbe ripartire. Come dimostrato dalle nuove chiusure in Spagna per i troppi focolai.

Un grafico apparso sulla prestigiosa rivista medica, infatti, racconta l’impatto che l’infezione da Covid-19 ha avuto in Italia, in particolare per quello che riguarda la mortalità. Un impatto che Roberto Burioni definisce devastante. Fino al 23 febbraio 2020 il numero di morti era più o meno lo stesso degli ultimi anni, tenendo conto dei primi mesi dell’anno dal 2015 al 2020. Da quella settimana, però, c’è stato un aumento vertiginoso delle morti.

In precedenza i decessi erano di 4.000-5.000 persone a settimana. Mentre dal 15 al 28 marzo abbiamo viaggiato anche sui 10mila morti a settimana, in particolare uomini e in Lombardia. E questo suggerisce che l’impennata di decessi sia dovuta proprio all’emergenza Coronavirus, virus che colpisce con esiti più gravi proprio la popolazione maschile. E che in Lombardia ha causato molti casi, molti ricoveri e, purtroppo, molte morti.

Grazie a sforzi sovrumani gli italiani stanno riuscendo a uscire da questo incubo di morte. Ma il virus circola ancora ed è pronto a ripartire, come peraltro ha fatto in Spagna, dove il clima e lo stile di vita non sono certo troppo diversi dal nostro. Insomma, dobbiamo ricominciare a vivere la nostra vita, a lavorare, a vederci e a divertirci. Ma non possiamo permetterci di ignorare alcune semplici e basilari norme di protezione reciproca. Uno di questi è il portare sempre la mascherina negli ambienti affollati.

Foto di Luisella Planeta Leoni da Pixabay

Via | Repubblica

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog