• Benessereblog
  • Salute
  • Cos’è il Lyssavirus, virus riscontrato la prima volta in un pipistrello

Cos’è il Lyssavirus, virus riscontrato la prima volta in un pipistrello

Cos’è il Lyssavirus, virus riscontrato la prima volta in un pipistrello

Avete sentito parlare del Lyssavirus? È un virus della rabbia riscontrato per la prima volta in un pipistrello.

Il Lyssavirus è una famiglia di virus che appartengono alla famiglia Rhabdoviridae. A questa famiglia appartengono anche il virus della rabbia e il lyssavirus del pipistrello australiano (ABLV). Il lyssavirus è stato identificato per la prima volta nel 1995 in un pipistrello, dopo essersi diffuso in Australia. Il virus zoonotico a singolo filamento negativo di Rna può essere trasmesso direttamente all’uomo dall’animale senza dover passare per un ospite intermedio.

Dal 1995, quando il virus è stato identificato per la prima volta, a oggi sono stati documentati solo 3 casi di contagio in tutto il mondo. Diversa la situazione per il virus della stessa famiglia che causa, però, la rabbia, un virus neurotropo a singolo filamento di negativo di Rna, mortale per l’uomo e per altri animali, come cani, gatti, volpi. Il 99% delle morti tra le persone è provocato dal morso di un cane affetto da rabbia.

Proprio recentemente in Toscana si è tornati a parlare di Lyssavirus. Un gatto ad Arezzo è morto. Dopo aver morso la padrona, il gatto è risultato positivo al Lyssavirus, un raro virus diverso dalla rabbia. Il virus è già stato isolato grazie a un campione del felino e ora gli esperti lo stanno analizzando. Le persone venute a stretto contatto con l’animale sono sotto osservazione e sono stati vaccinati. E anche il Ministero sta monitorando la situazione.

Sintomi del Lyssavirus

I sintomi dell’infezione causata lyssavirus del pipistrello australiano (ABLV) sono molto simili ai sintomi dell’influenza:

  • mal di testa
  • febbre
  • stanchezza

Dopo questo esordio, però, le condizioni di salute del paziente peggiorano drasticamente e si possono notare altri sintomi più gravi, come delirio, convulsione, paralisi. Entro un paio di settimane i pazienti perdono la vita.

Prevenzione

L’infezione causata lyssavirus del pipistrello australiano (ABLV) può essere evitata tramite un vaccino. Nel caso in cui si venisse morsi o graffiati da un pipistrello in zone dove la malattia è diffusa, bisogna lavare la ferita con acqua e sapone per un quarto d’ora, per poi applicare un antisettico, ad esempio la tintura di iodio. Andare dal medico è fondamentale

Foto iStock

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog