Singhiozzo, le cause che non ti aspetti

Singhiozzo, le cause che non ti aspetti

Ci sono alcune cause di singhiozzo davvero insospettabili: ecco le principali.

Ci sono alcune cause di singhiozzo veramente insospettabili. Il singhiozzo è qualcosa di cui tutti noi, prima o poi, abbiamo sofferto. Si tratta di spasmi involontari e ripetuti del diaframma (muscolo che separa torace da addome) che vengono seguiti da veloci e rumorose chiusure della glottide (apertura fra corde vocali). Tipicamente il singhiozzo tende a comparire di più negli uomini. Solitamente il singhiozzo dura poco, al massimo qualche minuto. In alcuni casi, senza che vi sia alcuna malattia alla base, può durare un po’ di più, mentre in rari casi ci sono episodi difficili da curare e prolungati di singhiozzo che possono andare avanti per giorni e anche per più di un mese.

Singhiozzo: principali cause

A dire il vero non si sa perché si scateni il singhiozzo. L’ipotesi più probabile è che sia provocato o da un’irritazione dei nervi o delle zone del cervello che controllano i muscoli della respirazione e il diaframma. Se il singhiozzo è sporadico e dura pochi minuti, passando poi praticamente da solo, può essere causato da:

  • ingestione di sostanze troppo calde o anche irritanti
  • alcolici
  • meteorismo a livello dello stomaco (magari quando si beve e mangia in compagnia si chiacchera e, oltre al cibo, si ingerisce più aria del solito)

Tuttavia ci sono alcune cause decisamente più gravi di singhiozzo persistente o incurabile:

  • reflusso gastroesofageo
  • ulcera esofagea
  • ulcera gastrica
  • ernia iatale
  • problemi alla cistifellea
  • epatite
  • pancreatite
  • blocco intestinale
  • polmonite (si infiamma anche il diaframma)
  • pericardite
  • pleurite (soprattutto forme localizzate vicino al diaframma)
  • peritonite
  • uremia da problemi renali
  • infarto
  • ictus
  • Morbo di Addison
  • diabete
  • ipocalcemia
  • iponatremia
  • tumori cerebrali
  • tumori epatici
  • tumori esofagei o gastrici
  • sclerosi multipla
  • meningite
  • chirurgie di torace o addome
  • gravidanza
  • farmaci (cortisonici, benzodiazepine, chemioterapici, ondasetron, doxicilcina, amoxicillina)
  • ingestione rapida di grandi quantità di cibo
  • stress, paura, eccitazione

Foto | Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog