Samantha Cristoforetti, il murales di Detroit opera di Orticanoodles

Samantha Cristoforetti, il murales di Detroit opera di Orticanoodles

Samantha Cristoforetti celebrata con un murales dedicata alla sua impresa nello spazio. Non in Italia, ma a Detroit.

Samantha Cristoforetti protagonista di un murales che celebra il suo viaggio nello spazio. AstroSam è stata la prima donna italiana ad affrontare un’avventura spaziale di tale portata. Ed è stata una delle prime astronaute a permetterci di entrare con lei sulla Stazione Internazionale Spaziale, condividendo foto, video, informazioni ed emozioni per farci sentire tutti quanti parte di un grande progetto. Durante la sua missione è stato come vivere tra le stelle con lei.

A Detroit, in Michigan, il collettivo milanese Orticanoodles, guidato dall’artista Walter Contipelli, ha deciso di omaggiare l’astronauta italiana, su richiesta del consolato italiano. Il graffito è stato creato per la Giornata del Contemporaneo 2019, che è stata celebrata il 12 ottobre, e si può ammirare nella zona di Eastern Market della città americana.

La missione di Samantha Cristoforetti nello spazio

Samantha Cristoforetti, per chi non lo sapesse, è un’astronauta, militare, aviatrice e ingegnere italiana. Ed è la prima donna italiana dell’equipaggio dell’Agenzia Spaziale Europa. Grazie alla missione ISS Expedition 42/Expedition 43 del 2014-2015 ha ottenuto iil record europeo e femminile di permanenza nello spazio in un singolo volo. Ben 199 giorni nello spazio.

La carriera di pilota dell’accademia aeronautica inizia nel 2001. E presto diventa capitano. 8 anni dopo viene selezionata nel programma di addestramento degli astronauti dell’ESA. Nel 2014 è la prima astronauta italiana a fare un volo spaziale. La missione futura è durata 199 giorni, la preparazione più di 2 anni. Si è addestrata da luglio 2012 e fino a metà 2014. Durante la missione ha aggiornato costantemente i social per divulgare esperimenti, esperienze, sensazioni ed emozioni dallo spazio.

AstroSam, che ha una figlia, alla quale ha dedicato il libro Diario di un’apprendista astronauta, è stata ambasciatrice dell’Unicef in occasione di un importante evento.

Foto Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog