I conservanti naturali per gli alimenti

saltNonostante sia difficile sottrarsi agli additivi di tipo industriale negli alimenti c’è la possibilità qualche volta di preferire preparazioni che contengono conservanti naturali anziché chimici a tutto vantaggio della salute.

Il sale è il conservante più antico e uno dei più efficaci perché consentiva ai cibi di mantenersi a lungo in mancanza di refrigerazione o della possibilità di congelare gli alimenti. Attraverso la disidratazione provocata dal sale si evita la proliferazione dei batteri e dunque il deperimento del cibo.

Anche lo zucchero funziona da buon conservante, preserva da batteri e microorganismi che deteriorano le proprietà del cibo perché assorbe i liquidi come fa il sale anche se conserva per periodo di tempo più brevi.

L’aceto è un ottimo conservante a lungo utilizzato per conservare gli alimenti. L’acido acetico evita il deterioramento del cibo. Si usa soprattutto per i vegetali. Altri alimenti o condimenti che favoriscono la conservazione sono la cipolla e il rosmarino che hanno un alto potere antiossidante e preservano i cibi, ma solo per breve tempo.

Via | Consumer

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail