Dermatite atopica, colpisce il 5% degli italiani

Dermatite atopica, colpisce il 5% degli italiani

La Dermatite Atopica coinvolge quasi il 5 percento della popolazione e non colpisce solo i bambini.

La dermatite atopica è una malattia cronica infiammatoria della pelle, che colpisce il 2-5% degli italiani e, secondo un’indagine svolta da Sanofi Genzyme con l’agenzia Stethos, i pazienti adulti che fanno riferimento ai centri specialistici di dermatologia sono oltre 35.500, di cui 7.721 con la malattia nella sua forma grave. La malattia si manifesta principalmente nei bambini e nella maggior parte dei casi si risolve dopo l’età infantile, per scomparire nel 60% dei casi durante l’adolescenza.

I pazienti che hanno una forma grave sono una percentuale davvero piccola e in Italia si stimano circa 7-8000. Quali sono i sintomi? Di solito si manifesta con rossore, prurito, chiazze squamose sul tronco e nelle giunture. Il professor Giampiero Girolomoni, ordinario di dermatologia e venereologia dell’Università di Verona, racconta così:

“É una malattia multifattoriale, determinata da motivi genetici e ambientali, alla cui base c’è un difetto della barriera epidermica. Nella fase acuta, la pelle si presenta arrossata e umida; nella fase cronica, diventa secca e desquamata”.

In alcuni casi la dermatite diventa una malattia sistemica, scatenando reazioni del sistema immunitario, delle mucose (come nel raffreddore da fieno e nella congiuntivite allergica) e dei bronchi e dei polmoni (asma), ma anche reazioni allergiche. Nel 30% dei casi chi ha la dermatite ha anche l’asma. Per conoscere meglio questa malattia il 19 ottobre si svolgerà la prima giornata nazionale della Dermatite Atopica.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog