Antidepressivi: quali sono e quando prenderli

Antidepressivi: quali sono e quando prenderli

Gli antidepressivi sono una classe di psicofarmaci usati come terapia per i disturbi depressivi, ma non solo.

Con il termine antidepressivo si identifica solitamente un tipo di farmaco che viene utilizzato per la cura della depressione maggiore, del disturbo bipolare o della distimia, i disturbi psichiatrici classificati come disturbi depressivi. Ma gli antidepressivi vengono spesso impiegati anche nella cura dei disturbi d’ansia e dell’umore e per il trattamento di condizioni non prettamente psichiatriche.

Lo sviluppo di questi farmaci è abbastanza recente: fino agli anni ’50 i trattamenti previsti per la cura della depressione e dei disturbi depressivi consistevano nell’utilizzo di stimolanti derivati dalle anfetamine e elettroshock. I primi farmaci antidepressivi furono sviluppati alla fine degli anni ’50 e perfezionati fino agli anni ’80.

Quali sono gli antidepressivi più comuni? I primi a essere scoperti furono gli antidepressivi triciclici, come l’amitriptilina, l’imipramina, la clomipramina, la nortriptilina, la desipramina e l’amoxapina. Si tratta di farmaci dai forti effetti collaterali, oggi superati e per questo utilizzati molto meno di una volta.

I farmaci inibitori selettivi del reuptake della serotonina o SSRI sono gli antidepressivi più utilizzati al momento e comprendono la fluoxetina, la fluvoxamina, il citalopram, l’escitalopram, la sertralina e la paroxetina. Gli antidepressivi SSRI non sono cardiotossici e hanno effetti collaterali meno invasivi.

Gli altri antidepressivi in commercio sono:

  • I farmaci inibitori selettivi del reuptake della noradrenalina e serotonina NSRI come duloxetina e la venlafaxina.
  • I farmaci inibitori selettivi del reuptake della noradrenalina NARI come la reboxetina.
  • I farmaci modulatori della trasmissione della serotonina SARI come il trazodone e il nefazodone.
  • I farmaci modulatori della trasmissione della serotonina e della noradrenalina NASSA come la mirtazapina.
  • I farmaci inibitori selettivi del reuptake della dopamina e della noradrenalina DNRI come il bupropione.
  • I farmaci inibitori delle monoammino ossidasi IMAO come fenelzina, tranilcipromina e la moclobemide.
  • I farmaci stabilizzatori dell’umore come il litio carbonato. 

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog